La Camera dei Deputati, nell’ambito della discussione del decreto legge Omnibus, ha approvato un ordine del giorno presentato dal deputato sannita del Partito Democratico, Costantino Boffa, riguardante il malfunzionamento del digitale terrestre in alcune zone del territorio sannita.

“Con quest’ordine del giorno – dichiara Boffa – ho voluto evidenziare una questione che più volte mi è stata sollecitata da alcuni amministratori nonché da tanti cittadini della provincia di Benevento. Come noto, già l’11 dicembre del 2009 ha avuto luogo nel nostro territorio il passaggio dalla televisione tradizionale alla televisione digitale terrestre. Immediatamente si sono registrati, in tutta la Campania, numerosi e diffusi problemi relativi alla cattiva o mancata ricezione di molti canali televisivi, compresi quelli della rete RAI.

Era più che prevedibile che il passaggio a una nuova tecnologia comportasse problemi fisiologici che, però, gli utenti immaginavano potessero col tempo ridursi e scomparire. E invece, ancora oggi, a oltre un anno dallo switch-off del vecchio segnale, continuano a pervenire numerose segnalazioni inerenti la cattiva o mancata ricezione di molti canali televisivi, compresi alcuni facenti riferimento alla rete RAI”.

“Come è facilmente immaginabile – aggiunge il deputato -, tali problemi sono in particolare riscontrati da quei cittadini che vivono in territori ubicati in particolari e difficili posizioni geografiche e morfologiche, come il Fortore e la Valle del Tammaro. Anche nelle aree più centrali del territorio beneventano, comunque, permangono problemi relativi alla stabilità, durante l’intero arco della giornata, del segnale del digitale terrestre. Da qui la richiesta approvata dalla Camera dei Deputati, di impegnare il Governo a procedere con una operazione di monitoraggio delle problematicità fin qui evidenziate al fine di garantire, mediante appositi interventi, a tutti i cittadini della provincia di Benevento una completa fruizione del servizio televisivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here