Il futuro della televisione: HD, Social, local, con al centro il satellite

M7 Group sigla un nuovo contratto di capacità sulle posizioni orbitali Astra per il Belgio | Digitale terrestre: Dtti.it

ses-astraSi è conclusa la European Customer Conference annuale di SES (Euronext Paris e Luxembourg Stock Exchange: SESG), che ha visto la partecipazione di alcuni dei principali protagonisti italiani dell’industria mondiale dei media, nella prestigiosa cornice di Roma.

Durante due giorni di intenso lavoro, sono stati condivisi i principali trend, mondiali e locali, sul futuro della TV, con particolare attenzione all’alta definizione, all’evoluzione della linear TV e del ruolo dell’OTT e l’IPTV. Temi caldi per il mercato televisivo europeo e italiano, che hanno offerto spunti per interessanti dibattiti anche sul ruolo futuro del satellite, che si riconferma strumento fondamentale per la trasmissione di contenuti televisivi e, in particolare, driver dell’HD.

Principale infrastruttura televisiva in Europa – con SES tra i maggiori operatori del settore – il satellite raggiunge 84 milioni di abitazioni TV e nel 2011 ha superato il numero di abitazioni raggiunte rispetto alla TV terrestre o via cavo.

“La forte crescita del satellite in Europa evidenzia i vantaggi che una tale infrastruttura è in grado di offrire quando si parla di qualità e possibilità di scelta, soprattutto rispetto alle nuove tecnologie emergenti e alla convergenza con Internet” – ha dichiarato  Pietro Guerrieri, General Manager di SES Italia – “Nessuna infrastruttura è al pari del satellite nel supportare lo sviluppo e la fruizione dell’Alta Definizione e dell’Ultra HD. SES crede fermamente che l’HD sia destinata a diventare lo standard per eccellenza per la trasmissione dei contenuti televisivi anche in Italia dove, per motivi diversi, la crescita di HD e TV satellitare appare rallentata rispetto agli altri paesi europei. Nonostante la presenza di circa 30 milioni di televisori full HD in Italia, il nostro mercato HD free-to-air è in ritardo rispetto agli altri paesi europei. SES ASTRA si riconferma quindi partner fondamentale per offrire opportunità di crescita ai principali operatori e broadcaster italiani, nel mercato di HD, e servizi complementari in ambito DTT”.

“Ci attende un futuro in cui gli schermi diventeranno sempre più grandi e i contenuti Internet potranno essere visti con facilità anche sugli schermi TV. La qualità delle immagini acquisterà quindi sempre maggior importanza e questo riconferma la nostra scelta di focalizzazione sul mercato dell’HD e Ultra HD” – prosegue Guerrieri – “La nostra piattaforma in alta definizione HD+ lanciata in Germania, ha superato, la scorsa settimana, il traguardo di 1 milione di utenze domestiche a pagamento. Questo risultato attesta la sempre crescente richiesta da parte degli utenti di soluzioni in grado di garantire contenuti HDTV. Il successo del servizio HD+, che garantisce ad un costo di soli 50 euro all’anno la possibilità di ricevere in qualità HD i canali free-TV del sistema satellitare ASTRA, testimonia il bisogno degli spettatori di soluzioni per la fruizione di contenuti di alta qualità sul televisore domestico”.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *