«Sky ribalta la decisione di trasmettere il canale di Al Gore e si appresta a cancellare il solo canale di informazione indipendente in Italia». Questa la denuncia di Current, la tv che dal 2008 trasmette in chiaro sul bouquet di Sky (canale 130). Current afferma di aver ricevuto una notifica da Sky Italia, la società di Rupert Murdoch, contenente la decisione di cancellare il canale italiano forse già da questa estate. La notizia arriva proprio nel momento in cui la tv, fondata da Al Gore 6 anni fa, ha aggiunto nel suo palinsesto, al già noto Passaparola di Marco Travaglio, anche un nuovo programma di Luca Telese (Fuoriluogo) e Tritacarne di Giuseppe Cruciani. Al momento Sky conferma la notizia della notifica ma non vuole commentarla.

AL GORE – Giunto nel 2008 anche in Italia, dal web (www.current.it) al satellite, Current propone un giornalismo investigativo, reportage senza censura e documentari indipendenti. Al Gore, co-fondatore e chairman, è volato a Roma dove, dopo aver incontrato i vertici italiani della tv e i blogger a porte chiuse, ha deciso di dare il via a una campagna di opinione pubblica da parte degli spettatori e della community di Current per chiedere a Sky di rivedere la decisione. La cmapagna si chiama «Salviamo Current» e invita tutti a scrivere all’indirizzo email di Tom Mockridge, amministratore delegato di Sky Italia. Intanto Al Gore, che stasera sarà ad Annozero, sarà ospite di Severgnini su Corriere Tv alle 17: «Sono venuto personalmente in Italia per chiedere a coloro che ci seguono con passione di far sentire a Sky che vogliono continuare a vedere Current».

«ARRICCHIRE» – «Siamo il solo canale televisivo che ha il coraggio di dire la verità anche di fronte al potere. Mandando in onda per la prima volta in assoluto il documentario «Citizen Berlusconi» nel 2009, ospitando Michele Santoro e Annozero con Raiperunanotte nel 2010 quando la Rai ne ha impedito la trasmissione o ancora portando per la prima volta il racconto personale di Roberto Saviano sul satellite, abbiamo usato la nostra piattaforma tv e web per informare, arricchire e dare ispirazione al nostro pubblico» sottolinea il general manager Tommaso Tessarolo.

LA STORIA – Current è stata fondata 6 anni fa con l’obiettivo di democratizzare lo scenario televisivo attraverso nuovi strumenti partecipativi di accesso ai media (integrando web e tv). La crescita del canale nell’ultimo triennio e stata del 270% di share in day time e del 550% in prime time (fonte: ricerca Auditel-Starcom 2010) mentre gli ascolti della piattaforma Sky nello stesso periodo restavano sostanzialmente piatti. «È evidente che non si tratti di una decisione di business presa dal management», secondo Current la cancellazione del canale sarebbe imminente, forse a fine luglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here