E’ positivo, dopo i primi tre giorni, il passaggio alla televisione digitale in Liguria. Le operazioni tecniche si sono svolte regolarmente coinvolgendo 551 impianti su un totale di circa 2300, con il costante monitoraggio dei laboratori fissi e mobili dell’Ispettorato territoriale del Ministero. Per lo switch off nella Regione e’ stato previsto un periodo di 25 giorni per consentire alle emittenti di effettuare gli interventi tecnici necessari su tutti gli impianti, riducendo in tempi brevi eventuali disagi per i cittadini (circa 1,6 milioni di abitanti in 235 comuni). Per agevolare questa importante fase di transizione, il Ministero ha realizzato una serie di iniziative di natura organizzativa, finanziaria e di comunicazione, predisponendo un programma di interventi a favore dei cittadini.

A partire dal contributo statale, dell’importo di 50 euro, per l’acquisto di un decoder digitale interattivo, rivolto ai cittadini in regola con l’abbonamento alla RAI, con reddito pari o inferiore a 10.000 euro e di eta’ pari o superiore a 65 anni (da compiersi entro il 31.12.2011), utilizzabile presso tutti i rivenditori che aderiscono all’iniziativa. I potenziali aventi diritto in Liguria, attestati dall’Agenzia delle Entrate, sono circa 51.500. In vista del passaggio al digitale in Liguria il Ministero dello Sviluppo Economico ha inoltre organizzato un tour informativo sullo switch off in tutti i capoluoghi di provincia e nei maggiori centri urbani con 40 incontri itineranti, per aiutare i cittadini a familiarizzare con la nuova tecnologia, e informare sulle semplici operazioni da seguire per non farsi trovare impreparati. Infine l’attivazione di un call center del Ministero (numero verde 800.022.000 attivo dal lunedi’ al sabato dalle ore 8h00 alle 20h00) che fornisce ogni informazione in merito al passaggio al digitale, incluse le procedure di sintonizzazione dei decoder.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here