T.I.Media ha chiuso i nove mesi con una perdita di 14,7 mln, in miglioramento rispetto alla perdita di 33,2 mln dell’analogo periodo 2010. I ricavi si sono attestati a 169,6 milioni di euro (-4,4% a/a), l’Ebitda a 27 mln (10,2 mln) mentre l’Ebit e’ negativo per 16,4 mln (-34,7 mln) e l’indebitamento finanziario netto e’ a 133,5 milioni di euro 115,5 milioni di euro a fine 2010 e 144,6 mln a giugno).
I ricavi di T.I. Media – La7 dei primi nove mesi del 2011 sono pari a 98,3 mln (+28,8% a/a), grazie alla maggiore raccolta pubblicitaria lorda complessiva pari a 123,8 milioni di euro (+36,3%). Il miglioramento della raccolta pubblicitaria e’ stato trainato dall’ottima performance dell’audience share di La7, la cui media giornaliera nei primi nove mesi del 2011 raggiunge il 3,73%, con un incremento del 25,6% rispetto allo stesso periodo del 2010, a fronte di un continuo calo degli ascolti delle altre reti generaliste. La crescita della share e’ avvenuta sia grazie all’andamento degli ascolti dell’access prime time (TG La7 e Ottoemezzo), sia all’articolata e ricca proposta dei programmi del prime time, che ha raggiunto una media del 4,15% rispetto alla media del 2,85% dello stesso periodo del 2010 (+45%). I ricavi per l’attivita’ di “Digital Content” (Competence Center per Telecom Italia) sono pari a 13,3 mln (9,1 mln); tale attivita’ e’ stata interrotta a partire dal 1ø ottobre 2011. L’Ebitda e’ pari a 4,9 mln (-32,5 mln). L’Ebit e’ pari a -15,6 mln (-53,0 mln).
I ricavi di Mtv sono pari a 53,4 mln (-19,6%). Su tale andamento hanno influito in particolare la contrazione dei ricavi pubblicitari del canale One (-7,8 milioni di euro) e i minori ricavi dei canali Satellitari-Music Platform (-4,1 milioni di euro) e di Mtv Mobile (-1,7 milioni di euro), solo in parte compensati dal positivo apporto della raccolta pubblicitaria del nuovo canale MTV Music (+1,4 milioni di euro). La riduzione dei ricavi e’ stata affrontata con un’incisiva azione sui costi, che si sono ridotti di 8,2 mln, grazie a interventi di ottimizzazione sul palinsesto, al maggior utilizzo della library e al contenimento del costo del lavoro e degli altri costi operativi. La raccolta pubblicitaria lorda e’ diminuita del 18,9%, passando dai 48,2 mln dei primi nove mesi del 2010 a 39,1 mln. L’Ebitda e’ pari a 3,8 milioni di euro (9,0 mln) e l’Ebit e’ negativo per 0,5 mln (3,5 mln).

I ricavi dell’operatore di rete nei primi nove mesi del 2011 sono pari a 40,7 milioni di euro e si riducono di 17,3 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2010. Tale andamento e’ dovuto principalmente alla perdita di fatturato del cliente Dahlia TV che nei primi nove mesi del 2010 era pari a 20,2 mln. L’Ebitda e’ pari a 18,3 mln (32 mln). La contrazione dei ricavi e’ in parte compensata dalla riduzione dei costi operativi, ottenuta grazie all’efficientamento della gestione della rete. L’Ebit e’ pari a -0,2 mln (13,2 mln).  Prosegue l’impegno dell’Operatore di Rete per completare l’occupazione dei propri Multiplex a seguito dell’uscita di Dahlia. Dopo la messa in onda nel mese di gennaio di due nuovi canali (HSE 24 e RTL 102.5), da giugno sono iniziate le trasmissioni di CanalOne del Gruppo Switch Over Media, e altri tre nuovi canali inizieranno le trasmissioni non appena ottenute le necessarie autorizzazioni. Al 30 settembre 2011 i 3 Multiplex Digitali di TIMB (escludendo quello sperimentale su cui sono state effettuate in alcune zone d’Italia trasmissioni sperimentali di segnali HD/3D) coprono rispettivamente l’83,9%, il 90,5% e il 61,5% della popolazione italiana. Con riferimento al Beauty Contest, in data 5 settembre 2011 TIMB ha presentato tre distinte domande per l’assegnazione dei Lotti B.1 e B.2 (DVB-T), e C.1 (DVB-T2). La Commissione, nominata il 14 settembre 2011 dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha tenuto il 7 e il 13 ottobre l’udienza pubblica di apertura delle buste per la verifica della completezza e della conformita’ al Bando e Disciplinare delle 17 domande presentate. TIMB risulta essere l’unica concorrente per il Lotto C.1, e concorre con RAI e Mediaset ai Lotti B.1 e B.2. Non ci sono tempi predefiniti per la valutazione delle domande e l’aggiudicazione dei diritti d’uso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here