La situazione dipende dalla accensione digitale della postazione di Monte Parodi che serve soprattutto la zona dello Spezzino, la conseguenza di questa operazione coinvolge anche alcuni Comuni della Toscana, che fanno parte di quelli della zona della Lunigiana recentemente colpita da calamità̀. La data del passaggio al digitale terrestre per la Lunigiana, che era originariamente prevista per i giorni del 4 e del 7 novembre scorsi, era stata rimandata a data non definita per le cause sopra descritte. Il Ministero dello Sviluppo Economico avrebbe dovuto concordare con gli enti tecnici e con la Protezione Civile la nuova data, dandone il necessario preavviso alla popolazione. Di fatto è stata improvvisamente eseguita e senza alcun preavviso.

Dopo un fitta serie di colloqui compiuti nel corso della mattina, fra la SALA OPERATIVA attivata da UNCEM Toscana e Regione Toscana, la sede RAIway della Toscana e la sede Regionale del Ministero dello Sviluppo Economico, volti a chiarire una situazione del tutto imprevista e delicatissima che sta coinvolgendo la popolazione locale, si è̀ esaminata la possibilità di ridurre al minimo il disagio che in questo momento senza alcun preavviso è̀ costretta a subire.

“Grazie al lavoro intenso di UNCEM e Regione Toscana attraverso la Sala operativa per lo Switch off – ha comunicato il Presidente di UNCEM Toscana Oreste Giurlani – abbiamo raggiungo un accordo che consente, in via del tutto eccezionale, di mantenere acceso in analogico l’impianto, che trasmette con autorizzazione ministeriale del Comune, situato in postazione di Prata di Cisigliana che non sembra interferire con il segnale digitale RAI proveniente dal Monte Parodi. La SALA OPERATIVA ha concordato così̀, la soluzione tampone che consente ai cittadini di Comano e di Licciana Nardi, di poter continuare a vedere la televisione in modalità̀ analogica ancora, almeno, per il fine settimana”.

Dai colloqui intercorsi nelle ultime ore, è̀ inoltre emersa l’ipotesi ministeriale di permettere alla zona della Lunigiana di passare al digitale o il 16 novembre o il 21 novembre.

La SALA OPERATIVA chiede di poter pianificare tale intervento, compresi i Comuni di Comano e di Licciana Nardi che, per quanto illustrato sopra sono in situazione particolarmente critica, in data 21 dando così,̀ alla popolazione di quelle zone, il tempo necessario per adeguarsi tecnicamente per la ricezione del segnale televisivo digitale terrestre. Dando, al tempo stesso, ai Comuni la possibilità̀ di attivarsi con UNCEM Toscana per ottenere la nuova autorizzazione Ministeriale ed il progetto esecutivo per sostituire gli apparati che ora trasmettono in analogico con i nuovi dotati di tecnologia digitale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here