L’Italia ha informato oggi il ministero degli Esteri della Croazia che sono state portate a termine tutte le misure per risolvere il problema delle interferenze dei segnali digitali televisivi italiani su emittenti croate, che da mesi provocavano disturbi nella ricezione delle tv croate in Istria e in alcune zone della Dalmazia. Il ministro degli Esteri croato, Gordan Jandrokovic, ha reso noto in un comunicato diffuso oggi a Zagabria che il ministro per lo Sviluppo economico, Paolo Romani, lo ha informato che “sono state adottate le misure per risolvere le interferenze sui canali 29 e 53, mentre le apparecchiature di una emittente italiana che aveva causato interferenze sul canale 28 sono state spente”.

Dall’inizio del 2011 nelle zone di confine con l’Italia e in parti della Dalmazia la popolazione aveva registrato frequenti problemi nella ricezione di canali croati, causati, secondo periti croati, da interferenze illegali di emittenti italiane che passando al segnale digitale avrebbero usato frequenze troppo forti o trasmesso su canali sui quali non gli era concesso trasmettere. Il caso e’ stato oggetto di alcune note di protesta della diplomazia croata ed e’ stato esaminato in un incontro tra il ministro Romani e rappresentati del governo croato lo scorso maggio a Zagabria.

1 COMMENTO

  1. Venite a vedere in veneto come sparano le frequenze croate…! Con una antenna da interno a 40 db i canali italiani non si vedono ma quelli croati arrivano con un segnale al 90%!
    ITALIA PAESE DELLE BANANE!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here