Non c’è intesa, al momento, tra gli antennisti aderenti a Cna e Confcommercio e la giunta regionale sul prezziario a tariffe agevolate che i tecnici dovrebbero applicare in vista del passaggio al digitale terrestre. Passaggio che per quanto riguarda l’Umbria è previsto tra novembre e dicembre. Nel corso dell’incontro di venerdì mattina l’assessore regionale alle Infrastrutture immateriali, Stefano Vinti, ha tenuto a precisare che «la volontà della giunta regionale va nella direzione di un accordo che tenga conto da un lato della congiuntura economica e delle difficoltà a cui sono sottoposte tante famiglie umbre, e dall’altro delle opportunità lavorative che lo switch-off rappresenta per le categorie direttamente interessate alla risoluzione dei problemi tecnici che il passaggio comporterà per i cittadini-utenti».

Riunione aggiornata Le associazioni di categoria, dal canto loro, hanno fornito chiarimenti in merito agli interventi più comuni che i tecnici dovranno affrontare anche alla luce delle esperienze di altre regioni che hanno preceduto l’Umbria nel passaggio al digitale. Pur registrando la disponibilità al confronto – sottolinea il comunicato della giunta regionale – Vinti ha preso atto delle distanze emerse nella riunione sulla definizione di un prezziario condiviso. Per questo la riunione è stata aggiornata per consentire alle parti di verificare il percorso più idoneo per il raggiungimento di un accordo che tenga conto delle esigenze dei cittadini e degli operatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here