Amici: quarto giudice Carlo Verdone, ospiti i Modà e The Kolors

Dopo l’esordio spettacolare e leader negli ascolti della prima puntata, secondo appuntamento sabato 9 aprile in prima serata su Canale 5 con Amici di Maria de Filippi, il talent show dei record della tv italiana.  A raccogliere il testimone di quarto giudice dopo il premio Oscar Kevin Spacey un’altra eccellenza tutta italiana del cinema, l’attore, regista e sceneggiatore Carlo Verdone che avrà il delicato compito di valutare le performance dei talenti in gara, insieme ai colleghi di giuria Sabrina Ferilli, Loredana Bertè e Anna Oxa.

Sono rimasti in undici a sognare la finale: Emma ed Elisa, direttori artistici della squadra bianca, tenteranno la rimonta sui blu – dopo la sconfitta della prima puntata – contando sulle capacità artistiche di Elodie Di Patrizi, Lele Esposito e la Band La Rua per il canto e Gabriele Esposito e Alessio La Padula per il ballo.

Dall’altra parte J-Ax e Nek, direttori artistici dei blu, forti della vittoria della prima puntata, non hanno subito alcuna defezione e possono ancora schierare la squadra al gran completo composta da Cristiano Cosa, Chiara Grispo, e Sergio Sylvestre, per il canto e Michele Lanzeroti, Alessio Gaudino e Patrizio Ratto per il ballo.  Nella seconda puntata la sfida a squadre si arricchisce della presenza di due ospiti musicali d’eccezione i Modà e i The Kolors, vincitori della passata edizione di Amici. Durante la gara i direttori artistici potranno avvalersi del prezioso giudizio di Morgan, novità assoluta dell’edizione numero quindici, nella valutazione delle esibizione dei ragazzi, togliendo la voce ad uno dei tre giurati fissi del programma.

Il racconto di storie di attualità e di sentimenti attraverso la danza, è affidato ai quadri creati da Giuliano Peparini, direttore artistico del programma e regista e coreografo di fama internazionale.

L’appuntamento con la seconda puntata di #Amici15 è sabato 9 aprile in prima serata su Canale 5.

Amici è prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *