Arriva su Cielo “Top Gear Italia” in prima tv free

Per il giorno della Befana arriva in prima tv in chiaro suCielo (DTT 26, Sky 126 e TivùSat 19) TOP GEAR ITALIA, l’edizione italiana del programma che trasforma il mondo delle auto in puro intrattenimento. Dal 6 gennaio in prima serata i protagonisti indiscussi del format saranno Guido Meda, Joe Bastianich e Davide Valsecchi.

 

Tre personalità d’eccezione del mondo dell’intrattenimento e dei motori che rappresentano un giusto mix di competenza tecnica, passione, goliardia capace di conquistare il pubblico.

Guido Meda – a capo della direzione Motori e vice direttore di Sky Sport – Joe Bastianich –  guru della ristorazione da sempre appassionato e collezionista di motori a due e quattro ruote – e il giovane Davide Valsecchi, pilota automobilistico italiano, vincitore del GP2 Series nel 2012 e commentatore tecnico di Sky Sport.

 

Accanto ai tre conduttori ci sarà anche il leggendarioStig, il test driver dall’identità segreta e vera e propria icona di Top Gear in tutto il mondo.

Top Gear Italia, prodotto da Toro Media, non tradirà lo stile ironico e dissacrante del pluripremiato format prodotto da BBC, vincitore tra l’altro, anche del Guinness World Record come programma factual più visto al mondo e che ha visto per 13 anno alla guida i popolarissimi conduttori Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May.

Lo spettacolare viaggio di Top Gear Italia porterà Meda, Bastianich e Valsecchi dai tornanti più adrenalinici delle Dolomiti, alle piste di sabbia del Marocco per delle prove al limite del possibile e rocambolesche. Oltre a vederli a bordo di supercar di ultima generazione per gare di velocità, arriveranno a tentare di modificare o addirittura distruggere auto ed altri mezzi.

Inoltre, come nell’edizione originale, in ogni puntata ci sarà un ospite famoso che si confronterà con la prova di velocità in pista a bordo di una comune utilitaria: i tempi di percorrenza di tutti gli ospiti andranno a costruire la mitica classifica di Top Gear.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *