”Positiva l’azione dell’Antitrust nell’avviare un procedimento per possibile pratica commerciale scorretta attuata dalla Societa’ televisiva Dahlia Tv nei confronti degli utenti che dal 25 febbraio scorso sono stati privati della visione delle partite preacquistate con abbonamento o tessera prepagata. La Federconsumatori ha inviato una diffida nei confronti della Dahlia Tv affinche’ vengano totalmente rimborsati i costi pagati dagli utenti”. E’ quanto si legge in una nota di Federconsumatori che prosegue: ”Disagi di questo tipo non sono accettabili, per questo e’ urgente adottare misure che permettano di sradicare, una volta per tutte, i comportamenti scorretti che determinano tali sanzioni. E’ evidente, infatti, visto il susseguirsi di questi casi, che le sanzioni non costituiscono piu’ un reale deterrente per i comportamenti scorretti dei gestori”.

”E’ necessario, quindi – sostengono Federconsumatori e Adusbef -che le Autorita’ possano intervenire non solo con sanzioni pecuniarie, ma anche di carattere amministrativo, che arrivino, se necessario, fino alla sospensione dell’attivita’ dei gestori. Informiamo i cittadini che dovranno rivolgersi alle nostre sedi Federconsumatori per predisporre una richiesta di rimborso della somma pagata alla societa’ per recuperare anche un eventuale risarcimento danni”.

Fonte: Asca

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi qui il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.