Maradona si racconta in “Tre volte 10” sul Nove

Lo spettacolo che ha visto protagonista la leggenda del calcio Diego Armando Maradona, “TRE VOLTE 10”, scritto e diretto da Alessandro Siani e andato in scena al Teatro San Carlo di Napoli lo scorso 16 gennaio come unica data mondiale, arriva in TV in esclusiva su NOVE giovedì 27 aprile alle ore 21:15.

Maradona, per la prima volta su un palco teatrale, darà la sua testimonianza d’amore e di libertà – spiega Siani – mettendo in luce le sue verità e la sua incredibile vita. Con lui ospiti e sorprese in un anno, per noi tifosi napoletani, molto sentito: la vigilia dei trent’anni dal primo scudetto. Anche per questo il titolo di questo evento è Tre volte 10.”

Davanti a una platea gremita di appassionati (e non solo), lo show ripercorre tutte le emozioni del campione senza età e vede alternarsi sul palco del San Carlo musica e calcio, giornalismo e cinema.

Tra i momenti dello spettacolo: l’orazione iperbolica “’O re è turnato” del drammaturgo Peppe Lanzetta; i saluti in video di Alex Del Piero e Francesco Totti; l’incursione del massaggiatore Salvatore Carmando e di alcuni compagni protagonisti con lui della grande avventura dei due scudetti; Gigi Savoia e la rievocazione di Eduardo; la lunga e commovente chiacchierata del fuoriclasse argentino con Gianni Minà; il Pm antimafia Catello Maresca, sul palco da supertifoso; il divertente scambio di battute con Salvatore Esposito, il Genny Savastano di ‘Gomorra’; i momenti musicali con l’esibizione di Lina Sastri, l’Inno alla gioia suonato dai ragazzi del Sanità Ensemble e il freestyle del rapper Clementino; le parole di Maurizio de Giovanni, tra gli scrittori italiani più tifosi che decide di sfogliare con Diego l’album delle figurine; il finale, affidato alla grande riconciliazione con il figlio Diego jr. in platea.

NOVE è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9. Il programma sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play).

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *