A Le Iene: Benefit ex presidenti camera e senato

"Le Iene" festeggia 15 anni con il trio Gassman, Blasi e Brignano | Digitale terrestre: Dtti.it

le-ieneDomani, domenica 28 aprile 2013 in diretta alle ore 21.20 nuovo appuntamento con “Le Iene show”. Alla conduzione, a fianco di Ilary Blasi, ci saranno Teo Mammucari e la Gialappa’s (Giorgio GherarducciMarco Santin e Carlo Taranto).

Tra i servizi di questa puntata:  gli ex Presidenti della Camera e del Senato hanno diritto ad alcuni benefit (auto blu e ufficio con personale a seguito) per 10 anni dalla fine del loro mandato. Filippo Roma è andato da alcuni politici italiani per capire se sono disposti o meno a rinunciare a questi privilegi. Alcuni, come Renato Schifani, preferiscono non rispondere alle domande della Iena. A seguire, alcuni stralci delle dichiarazioni rilasciate:

 

Iene: “Perché gli italiani le devono pagare l’ufficio con annesso il personale?”

Irene Pivetti: “Da questa legislatura non c’è più alcun ufficio e alcun personale

Iene: “Però negli anni prima lei a questo benefint non ha rinunciato. Perché?”

Pivetti: “Perché l’ho usato, come ho spiegato tantissime volte, per creare occupazione. Abbiamo dato vita a una Onlus che crea occupazione.”

Iene: “Non poteva costruire una Onlus a sue spese?”

Pivetti: “Quell’ufficio è lì, e tra l’altro ce l’hanno anche gli altri Presidenti che invece l’hanno conservato tutti. L’unica a cui è stato tolto sono stata io

Iene: “C’è anche del personale annesso a questo ufficio pagato dallo Stato”

Pivetti: “Non li ho presi io. Sono stati messi lì, destinati ad un ufficio

 

Iene: “Perché i contribuenti italiani le devono pagare l’auto blu e l’ufficio con personale?”

Fausto Bertinotti: “Mi è stato comunicato nei giorni scorsi che giustamente si è concluso questo servizio

Iene: “Ok la scorta, ma l’ufficio se lo tiene”

Bertinotti: “Secondo lei un ufficetto non me lo merito?”

Iene: “In un momento in cui ci sono esodati, disoccupati, non sarebbe opportuno lasciare anche l’ufficio?”

Bertinotti: “Se lei mi porta un esodato glielo porto subito

Iene: “Non ha i soldi per permettersi un ufficio privato?”

Bertinotti: “Non li ho

 

Iene: “Perché non rinuncia ad auto blu e ufficio? Lei che è stato anche sindacalista…”

Franco Marini: “Con sta storia qui…non vi stancate maiLascia stare.

Iene: “Ci risponda”

Marini: “…Non vedi che non vi sto rispondendo?”.

 

Iene: “Ci risulta che lei ha rinunciato ai benefit da ex Presidente della Camera. Come ha fatto a rinunciare all’ufficio?”

Pier Ferdinando Casini: “Ho mandato una lettera al Presidente della Camera, che allora era Fini, e ho rinunciato”.

 

Iene: “Perché non rinuncia ai benefici concessi agli ex Presidenti della Camera?”

Gianfranco Fini: “Buongiorno e buon lavoro

Iene: “Basta scrivere una lettera per rinunciare ai benefici”

Fini: “Lo chieda al Ministero degli Interni”

Iene: “Perché non rinuncia?”

Fini: “Lo chieda alla Presidenza della Camera. Buongiorno e buon lavoro

 

Pablo Trincia si occupa del caso della comunità “Il Forteto”, a Vicchio, nel Mugello, dove dagli anni ‘80 vengono ospitati minori in difficoltà. Nel dicembre 2011, con l’accusa di maltrattamenti e violenza sessuale, è stato arrestato uno dei fondatori, Rodolfo Fiesoli, già condannato negli anni ’80 per atti di libidine e maltrattamenti. La Iena intervista alcune persone che raccontano di abusi, violenze fisiche e punizioni corporali che avrebbero subito anni fa quando erano minorenni e si trovavano all’interno della comunità.

A una settimana dall’elezione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Rosario Rosavonasi è recato fuori dal Parlamento per interrogare chi lo ha votato per sapere se sono a conoscenza di tutte le funzioni che un Capo dello Stato deve svolgere abitualmente. I politici avranno saputo rispondere alle domande della Iena?

Ideatore de “Le Iene” e capo-progetto Davide Parenti. Regia di Antonio Monti.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *