Al su laF via “I colori del crimine”, la serie tratta dai romanzi di Gilda Piersanti

Arriva per la prima volta in Italia, in esclusiva su laF (Sky 139), “I Colori del Crimine”, la serie di polars francesi tratta dai romanzi di Gilda Piersanti, in onda da martedì 17 ottobre ore 21.10 in prima tv assoluta sulla tv di Feltrinelli.

Quattro tele-film da 90 minuti ciascuno ispirati ai romanzi del ciclo “Stagioni Assassine” di Gilda Piersanti, tra cui l’ultimo libro “Roma Enigma” (La Nave di Teseo, 2017). Sceneggiati dalla stessa autrice insieme a Gianguido Spinelli, sono interpretati dal premio César Patrick Chesnais nel ruolo del commissario RousseauJane Birkin nel ruolo di sua moglie e Camille Panonacle che interpreta la giovane e temeraria ispettrice Mariella De Luca.

Quattro stagioni in una Parigi misteriosa, per quattro indagini che si intrecciano con le storie della giovane profiler di origine romana e dell’esperto commissario, uniti dall’essere entrambi perseguitati da un passato non risolto e dai loro demoni interiori. Tra omicidi efferati e oscuri casi, ogni vicenda è evocata da un differente colore, uno per ogni stagione: Inverno Rosso (Crimson Winter, tratto dal romanzo Rouge abattoir), Blu Estate Assassina (Blue Catacomb, dal romanzo Estate Assassina), Giallo Caravaggio (Iris Yellow, dal romanzo Giallo Caravaggio) e Enigma Nero (Black Enigma, dal romanzo Roma Enigma).

Scrittrice e traduttrice raffinata Gilda Piersanti è nata a Tivoli ma vive da venti anni a Parigi, dove i suoi romanzi tra poliziesco e noir, ricchi dicitazioni letterarie e artistiche e ambientati per lo più a Roma, hanno riscosso un notevole successo. Con la serie tv “I Colori del Crimine” (“Les Saisons Meurtrieres”), prodotta da Astharté & Compagnie per France 2, le vicende dell’ispettrice italiana Mariella De Luca si spostano a Parigi e in Francia, segnando un interessante parallelismo con la loro creatrice.

“I Colori del Crimine è in onda da martedì 17 ottobre ore 21.10 in prima tv assoluta su laF (Sky 139) e su Sky On Demand.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *