I consigli anticrisi per rinnovare guardaroba e immagine a “Non aprite qull’armadio” su La5

I consigli anticrisi per rinnovare guardaroba e immagine a "Non aprite qull'armadio" su La5 | Digitale terrestre: Dtti.it

non-aprite-quell-armadio

Giovedì 16 maggio 2013, in prima serata su La5, arriva “Non aprite quell’armadio”, nuovo programma in 6 puntate che, nonostante il titolo reciti il contrario, gli armadi punta ad aprirli eccome.

Barbara Nicolini, stylist, e Laura Pizzalli, modellista, volti al debutto in tv, metteranno i guardaroba di chi ne farà richiesta, sotto la loro lente d’ingrandimento. Fornendo consigli anticrisi per rinnovare stile e immagine dei protagonisti della trasmissione, ma anche dei telespettatori.

Rimettendo ordine, recuperando accessori, svecchiando e valorizzando abiti e indumenti dimenticati, daranno loro una seconda vita. E tra una chiacchiera e l’altra, ci faranno conoscere abitudini e personalità del padrone dell’armadio e della casa.

Barbara Nicolini, stylist e cacciatrice di talenti nel mondo della moda, ha un motto: “Non si butta via niente”. L’idea della trasmissione le è venuta proprio rovistando nell’armadio di un amica che le chiedeva consiglio su cosa indossare a una cerimonia importante.

Laura Pizzalli, modellista d’eccezione, non solo confeziona splendidi abiti nuovi su misura, ma, con pochi sapienti tocchi, riesce a rinnovare vestiti vintage, rendendoli, se possibile, ancora più belli di quando erano appena usciti dalla boutique.

Nessuno, aprendo il guardaroba potrà più esclamare frasi quali: non ho niente da mettere, quel vestito è costato molto ma ormai è vecchio, no l’abito dei 18 anni non posso buttarlo ma neanche indossarlo, si sposa mia sorella cosa metto?

Dal 16 maggio basterà invocare l’aiuto di “Non aprite quell’armadio”.

“Non aprite quell’armadio” è prodotto da Osmos. Produttore esecutivo Osmos è Silvia Le Pera. Produttore esecutivo Mediaset è Helene Cipolletta.

Il programma è firmato da Barbara Nicolini e Irene Tovaglia. La regia è affidata a Stefano Canzio e Giacomo Boeri.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *