“Il popolo migratore” è un affresco ornitologico di grande curiosità e fascino tra fiction e didattica, che Rai 5 trasmette lunedì 25 marzo alle 22.15.
Le macchine da presa dislocate e inviate lungo le latitudini e le longitudini del globo planano, virano, si impennano, atterranno e decollano.

Si mescolano e si mimetizzano tra gli uccelli in volo. Uccelli che migrano e che sorvolano savane, deserti, ghiacci grattacieli newyorchesi, ponti parigini, canyon di celebri western. Jacques Perrin, (produttore e coregista) è l’anima, l’istruttore, il maestro di questo incredibile volo costato quattro anni di preparazione e riprese. Uno sforzo epico per filmare la leggerezza degli uccelli, la loro mitica libertà, l’immensità del cielo e della Terra, il segreto ancestrale della migrazione.

Lo splendore del mondo animale, la meraviglia primigenia sono le correnti d’aria di questo affresco ornitologico zavorrato da una musica troppo elegiaca e da “world soup”. Nel dare struttura e ritmo a questa avventura volante si smussa il sensazionalismo documentaristico e si migra dal saggio etologico all’opera didattica e alla fiction.

il-popolo-migratoreil-popolo-migratore

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi qui il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.