Al via il primo true-crime di Discovery Channel “Killing fields: crimini sepolti”

Negli Stati Uniti esistono posti isolati e all’apparenza deserti che sembrano luoghi incantati dove nulla di male potrebbe accadere. Ma spesso, sotto una superficie di apparente tranquillità, si nascondono verità ben più sinistre che riguardano agghiaccianti crimini insoluti.

Per la prima volta su DISCOVERY CHANNEL (canale 401-402 di Sky) una serie di true-crime, “KILLING FIELDS: CRIMINI SEPOLTI” (co-produzione Sirens Media e Leftfield Entertainment Company per Discovery, 6×60’, 2016), che porterà il pubblico al centro di una vera e propria investigazione criminale con una caccia all’uomo da brivido. Tra i produttori esecutivi della serie anche Barry Levinson, regista Premio Oscar per “Rain Man”. In prima tv assoluta da domenica 1° maggio alle ore 22:50.

Tormentato dalla promessa non mantenuta di risolvere un caso di omicidio del 1997, il detective in pensione Rodie Sanchez torna in azione per lavorare al caso che negli ultimi 19 anni è stato il suo incubo peggiore. Grazie ai progressi fatti in ambito scientifico-investigativo e a un nuovo team di investigatori molto determinati, lo sceriffo di Iberville Parish (comunità di 35mila persone distante 15 miglia dalla capitale dello stato della Louisiana, Baton Rouge) vuole mettere la parola fine sul caso più spinoso che il suo dipartimento ricordi. Insieme al detective Aubrey St. Angelo e agli altri ufficiali della polizia di Iberville, riapre il “cold case” che riguarda la scomparsa e la morte della 34enne Eugenie Boisfontaine, ritrovata cadavere nell’area degli LSU lakes nel 1997 dopo due mesi di ricerche.

“KILLING FIELDS: CRIMINI SEPOLTI” racconta passo passo questa investigazione criminale in tempo reale e da un punto di vista privilegiato, lasciando ampio spazio sia agli aspetti tecnici che riguardano le scienze forensi e la ricerca sul DNA, che ad altri più emotivi legati alla promessa di risolvere il caso, che Sanchez fece alla madre della vittima. Lo spettatore avrà la possibilità di immedesimarsi nei protagonisti di questo fatto tragico, conoscendo nei dettagli tutto il corredo investigativo e indiziario che i poliziotti riusciranno a ricostruire.

Negli Stati Uniti, dove la serie è andata in onda su Discovery Channel da gennaio a febbraio 2016, unanime è stato l’apprezzamento di critica e pubblico: grazie al trend positivo della serie e alla sua ottima performance complessiva è già stata commissionata la seconda stagione.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *