Discovery Channel: dal 26 gennaio le imprese estreme di “James Cracknell: l’uomo d’acciaio”

Discovery Channel: dal 26 gennaio le imprese estreme di "James Cracknell: l'uomo d'acciaio" | Digitale terrestre: Dtti.it

Dal 26 gennaio, ogni giovedì alle ore 23:00, su Discovery Channel (Sky Canali 401, 402 e in HD) seguiamo le faticose imprese, al limite delle capacità umane, di “JAMES CRACKNELL: L’UOMO D’ACCIAIO”. La doppia medaglia d’oro olimpica di canottagio affronta grandi prove di resistenza, pedalando, correndo, remando e nuotando.

Per tre giovedì consecutivi vivremo con il campione britannico JAMES CRACKNELL tutte le difficoltà delle sue sfide, assisteremo agli imprevisti che l’avventuriero troverà sulla sua strada attraversando il continente americano, il deserto del Sahara, il Polo Nord.

Nel primo appuntamento (giovedì 26 gennaio) James mette alla prova il suo fisico e la sua reputazione cercando di superare la corsa più difficile al mondo: la Marathon des Sables. Sei maratone nel deserto marocchino del Sahara che nessuno riesce a portare a termine. James non solo vuole concludere la corsa, ma vuole rientrare nell’elite dei top 50. Lo scopo della Marathon è quello di testare il limite di resistenza fisica. Ogni anno mille atleti da più di 30 nazioni corrono più di 250km in uno dei luoghi più inospitali della terra.

Seconda sfida per Cracknell (giovedì 2 febbraio)attraversare l’America da Los Angeles a New York in 18 giorni cimentandosi in quattro discipline sportive: correrà 100 miglia nel calore bruciante della Death Valley, pedalerà lungo le 2500 miglia della Route 66 e navigherà per 250 miglia sulle sponde del Lago Erie, per finire nuotando le ultime 15 miglia nel fiume Hudson sotto lo sguardo attento della Statua della Libertà.

Ultimo appuntamento (giovedì 9 febbraio): James risale nuovamente sul sellino, a pochi mesi da un grave incidente in bici, per mettere alla prova i limiti della sopravvivenza in una gara che solo gli atleti con più resistenza fisica hanno tentato, la Yukon Arctic Ultra. Coprendo 430 miglia di deserto ghiacciato del Canada, il campione in pieno inverno, a meno 50 gradi, combatterà venti a 50mhp. Tra gli atleti che vi prendono parte alcuni corrono, altri gareggiano con gli sci di fondo mentre un ristretto numero di partecipanti, compreso  James, sceglie la bicicletta. Ma le condizioni meterologiche possono variare così veloceme che è impossibile prevedere chi tra un ciclista, uno sciatore, un corridore oltrepasserà il traguardo per primo. Per prepararsi a quest’ambiziosa avventura James ha commissionato ad un team di esperti la costruzione di una nuova bicicletta disegnata appositamente per “sopportare” le difficoltà del terreno.

James sarà spesso faccia a faccia con innumerevoli decisioni di vita o di morte lungo il suo percorso.

Riuscirà a vincere le sue sfide?

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *