Diva Universal presenta Donne nel mito – Maria Teresa de Filippis

Diva Universal presenta Donne nel mito - Maria Teresa de Filippis | Digitale terrestre: Dtti.it

In occasione del Gran Premio 2013 di Formula 1 (Australia 14 – 17 marzo) Diva Universal (SKY – Canale 128) svela il lato femminile di uno degli sport più seguiti dagli uomini dopo il calcio, presentando in Prima TV “Donne nel mito – Maria Teresa de Filippis”, lo speciale sulla prima donna pilota della storia della Formula 1.

Soprannominata “Pilotino”, la de Filippis esordisce nel Gran Premio del Belgio del 1958, al volante di una Maserati.

L’appuntamento è per domenica 17 marzo alle ore 20.50.

DONNE NEL MITO - DE FILIPPS 

DONNE NEL MITO – MARIA TERESA DE FILIPPIS

È il 1948 quando, per una scommessa con i suoi fratelli, la ventiduenne napoletana Maria Teresa de Filippis si siede per la prima volta al volante di un’automobile da corsa. La giovane vuole dimostrare di essere in grado di correre veloce, veloce come un uomo…e ci riuscirà.

Coltivando la sua passione, pochi anni dopo, nel 1954, Maria Teresa ottiene i primi risultati nelle competizioni automobilistiche. Il suo nome inizia così a divenire noto nel mondo delle quattro ruote e le viene offerta l’opportunità di gareggiare in Maserati, insieme a campioni come l’argentino Manuel Fangio, che diviene per Maria Teresa come un fratello maggiore.

È una ragazza così esile che le viene dato il soprannome “Pilotino”, ma il suo carattere forte e determinato le  consente in poco tempo di competere con i suoi rivali maschi. Nel 1955, Maria Teresa de Filippis stupisce ed incanta il pubblico vincendo la Catania-Etna. Nel 1958 disputa 4 Gran Premi: Belgio, Monaco, Portogallo ed Italia. Il suo miglior risultato è il 10° posto al Gran Premo del Belgio, ma il suo grande primato è soprattutto quello di essere la prima donna a gareggiare in un Gran Premio di Formula 1. In questi anni le cronache legate al suo nome si tingono anche di rosa a causa della breve ma chiacchierata relazione clandestina col campione Luigi Musso. Lei stessa confesserà: “Prima di tutto Luigi Musso era un bellissimo ragazzo (…) è stato il primo grande amore della mia vita. Il pilota, morirà a seguito di un incidente durante il Gran Premio di Francia (6 luglio del 1958) e, sempre nello stesso anno, nel corso del Gran Premio di Germania, perderà la vita anche Jean Marie Behra, grande amico della de Filippis, il quale l’aveva sostituita all’ultimo proprio per quella gara fatale. È così che Maria Teresa, sconvolta dalla perdita, decide di abbandonare la carriera automobilistica.

Nel 1959, conosce Theo Huschek, che sposerà l’anno seguente. Si dedica, quindi, alla famiglia, senza però abbandonare la sua passione per il  mondo dell’automobilismo. Nel 1979, infatti, entra a far parte dell’International Club of Grand Prix Drivers, di cui viene eletta vice-presidente nel 1997.

Dal 2004, inoltre, è membro del prestigioso Club Maserati. La de Filippis è ancora oggi il simbolo dell’automobilismo femminile e un esempio di forza e determinazione per tutte le donne.

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *