Nel braccio della morte: dal 5 Ottobre su Discovery World

Nel braccio della morte: dal 5 Ottobre su Discovery World | Digitale terrestre: Dtti.it

Dal 5 al 26 ottobre ogni sabato a partire dalle 21:00 su DISCOVERY WORLD (Mediaset Premium canale 341) quattro appuntamenti con la programmazione speciale “NEL BRACCIO DELLA MORTE” per ricordare l’undicesima  Giornata mondiale contro la pena di morte.

Nell’ultimo decennio il mondo ha fatto passi avanti molto significativi verso l’abolizione della pena capitale, ma ancora oggi molti paesi la mantengono fermamente. Dal 10 ottobre 2003, data della prima Giornata mondiale contro la pena di morte, 17 paesi sono diventati abolizionisti: oggi sono 140 quelli che non ricorrono più alla pena capitale, il 70% del pianeta.

I paesi che applicano la pena di morte sono sempre meno, tra cui potenze internazionali come Cina e Stati Uniti, dove ricorre con agghiacciante regolarità, sia per reati gravi come omicidio, rapina e stupro, che per crimini minori. In alcuni paesi è prevista perfino per reati di opinione o per orientamenti e comportamenti sessuali ritenuti devianti come l’omosessualità o l’incesto.

D

I quattro appuntamenti:

 

5 ottobre ore 21:00 – INTO THE ABYSS: UN RACCONTO DI MORTE

L’imperdibile documentario dell’acclamato regista tedesco di fama internazionale Werner Herzog è un vero e proprio colpo al cuore e allo stomaco: vedremo i condannati a morte attraverso il filtro della pietà umana, senza rivalutare però le loro vite o giustificare le loro azioni.

 

12 e 19 ottobre ore 21:00 – RITRATTO DI UN CONDANNATO A MORTE

Quattro episodi creati da Herzog: in ogni appuntamento  un colloquio intimo e profondo con un condannato a morte, dove racconta in prima persona la prigionia e i crimini per i quali è stato condannato.

 

26 ottobre ore 21:55 – LE MIE ULTIME 24 ORE

Uno speciale inedito sulle ultime 24 ore che precedono l’esecuzione di un condannato alla pena capitale e le testimonianze toccanti degli uomini che lavorano nelle carceri.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *