Su Sky Arte: Muro, al via domani la serie sulla street art con il murale di Agostino Iacurci a Longiano

Libera, irriverente, gratuita, anticonvenzionale, a volte sovversiva e clandestina, altre volte giocosa e addirittura mainstream. È la Street Art, l’unica forma espressiva contemporanea che è riuscita letteralmente a trasformare le città del mondo, che si è adattata...

Libera, irriverente, gratuita, anticonvenzionale, a volte sovversiva e clandestina, altre volte giocosa e addirittura mainstream. È la Street Art, l’unica forma espressiva contemporanea che è riuscita letteralmente a trasformare le città del mondo, che si è adattata ai luoghi più disparati, che ha rivoluzionato gli spazi e li ha resi luoghi di riflessione, di contestazione o di critica sociale. Un’arte capace come nessun’altra di raccontare in maniera immediata ed autentica la vita delle periferie e dei loro abitanti, la loro energia, il loro spirito, ma anche il loro disappunto nei confronti del degrado ambientale, delle condizioni del lavoro o delle ingiustizie sociali. Alla Street Art in Italia e ai loro protagonisti è dedicata la nuova serie di MURO, la produzione originale realizzata da Level33 e Sky Arte giunta alla sua seconda edizione in onda su Sky Arte HD (canale 120, 400 e 106 di Sky) dal 27 giugno, ogni mercoledì alle 20.15.

Sei puntate, girate da Nord a Sud del paese, che raccontano la realizzazione di murali nelle città italiane da parte di alcuni fra i più noti artisti internazionali, seguendo tutte le fasi della realizzazione dell’opera: dai bozzetti alla creazione delle figure, fino alla firma apposta sull’opera a fine lavoro. Nel documentare il processo creativo delle opere degli Street Artist MURO fotografa però anche la realtà giovanile, culturale e sociale dei luoghi in cui vengono realizzate le opere.

Durante la realizzazione del murale, l’artista infatti familiarizza con personaggi legati al luogo e ascolta i commenti e i giudizi di chi si ferma a seguire e ad ammirare il suo lav