Anche Batman è stato ragazzo. Ha vissuto un’adolescenza fortunata, racchiusa nelle pareti dorate della famiglia Wayne. Fino al giorno in cui i genitori sono stati uccisi e il suo destino è diventato quello di battersi per la giustizia nei panni del Cavaliere Oscuro.

Arriva finalmente in Italia la serie più attesa dell’anno, capostipite di una “new wave” di serie tv ispirate ai fumetti che invaderanno il piccolo schermo nella nuova stagione. “Gotham”, il serial che racconta le origini dell’Uomo Pipistrello, parte su Italia 1 domenica 12 ottobre in prima serata con i primi due episodi in anteprima, per poi passare su Premium Action dal 20 ottobre, ogni lunedì sempre in prima serata. E’ la prima volta che una serie tv viene trasmessa in “cross-casting” da un canale free a uno pay.

In coincidenza con i 75 anni di “Batman”, “GOTHAMè la pù grande scommessa televisiva d’Oltreoceano degli ultimi anni. Per diversi motivi.

Travalica il fumetto della DC Comics apparso per la prima volta nel 1939 squarciando le tenebre della metropoli del titolo – la più famosa dell’immaginario a strisce – che hanno avvolto le origini dei personaggi.

Manda in soffitta la storica serie tv del 1966 dove, come scrisse “Tv Guide”, “il super-eroe protagonista e i suoi antagonisti sfoggiano tutine talmente variopinte che le scorgeresti in una notte di nebbia fitta senza luna”.

Prende il testimone dalla recente saga cinematografica di successo di Christopher Nolan, adottando effetti molto speciali e portando alla ribalta la figura secondaria, nei fumetti, del detective James Gordon, interpretato su grande schermo da Gary Oldman nella sua fase adulta.

Non per niente è stata definita dalla prestigiosa Television Critics Associationthe most promising new series of the upcoming season” e dal prestigioso “Hollywood Reporter” quale “the highly anticipated tv show of the season”. Tanto per dire, ancor prima di partire in America, il telefilm si è aggiudicato l’influente Critics Choice Television Award quale “most exciting new series”.

A Gotham City il giovane detective James Gordon (Ben McKenzie) viene incaricato dell’omicidio più sconvolgente avvenuto nella metropoli, ovvero l’assassinio di Thomas e Martha Wayne sotto gli occhi del figlio Bruce (David Mazouz). E’ con quest’ultimo che Gordon intreccia un legame che condurrà alla scoperta del killer, non prima di venire in contatto con il sottobosco in fermento della città dalle lunghe ombre: la boss Fish Mooney (Jada Pinkett Smith); Oswald Cobblepot, futuro “Pinguino” (Robin Lord Taylor); Selina Kyle, destinata a diventare “Catwoman” (Camren Bicondova); il giovane Enigmista, alias dottor Edward Nygma (Cory Michael Smith); la futura Poison Ivy ancora sotto le spoglie di Ivy Pepper (Clare Foley). Non mancheranno le prime malefatte di Joker (il personaggio più avvolto nel mistero dalla produzione con l’intento di creare l’attesa) e la presenza del maggiordomo Alfred (Sean Pertwee), colui alla quale viene affidata la tutela del giovane orfano Bruce Wayne, prossimo Cavaliere Oscuro. Completano il quadro, il capitano della polizia Sarah Essen (Zabryna Guevara) e il detective Harvey Bullock (Donal Logue), partner d’indagini di Gordon.

La serie verrà trasmessa su Premium Action in accoppiata, dal 20 ottobre, con un altro titolo cult dei fumetti quale “Arrow”, giunto alla 3° stagione inedita e ad oggi il telefilm più visto in Italia negli ultimi anni (al suo passaggio su Italia 1 ha superato quota 3 milioni e mezzo di spettatori). Sempre Premium Action farà tris nel marzo 2015 con l’arrivo di “The Flash” (anch’esso tratto da un fumetto della DC Comics), atteso spin-off di “Arrow” con al centro il super-eroe più veloce dell’universo.

La serie firmata da Bruno Heller, ideatore di “The Mentalist”, è stata lanciata con il claim ad effetto “The Good. The Evil. The Beginning”. Il protagonista di “Gotham”, è rimasto ferito sul set. Benjamin McKenzie, già front-man del cult generazionale “The OC”, si è ferito sulla fronte nel corso delle riprese durante le quali, lo stesso McKenzie, ha rifiutato la controfigura. Le immagini della ferita e del ricovero le ha postate lo stesso attore su Instagram. McKenzie ha commentato con la seguente didascalia le foto: “Una sequenza di combattimento andata male! Un cavolo di muro troppo vero, Batman!”. Il caso vuole che l’incidente sia avvenuto il giorno del compleanno dell’interprete messosi in evidenza anche nella serie poliziesca “Southland”.

GOTHAM (IL CAST)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here