Studio Universal presenta in prima tv un focus esclusivo in occasione del Giorno della Memoria

Studio Universal presenta in prima tv un focus esclusivo in occasione del Giorno della Memoria | Digitale terrestre: Dtti.it

Il 27 gennaio si celebrerà in tutto il mondo il Giorno della Memoria per ricordare la Shoah. Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) si associa alle celebrazioni con una programmazione speciale domenica 27 gennaio dalle ore 21.15. Si inizia con la messa in onda in Prima TV esclusiva di un Focus, prodotto dal Canale, che attraverso immagini di repertorio, preziosi materiali d’archivio e un’intervista esclusiva ad Antonino Intelisano – Magistrato della Procura Militare della Repubblica che ha emesso la sentenza d’ergastolo per Erich Priebke per l’eccidio delle Fosse Ardeatine – ripercorre la vita di Simon Wiesenthal, ebreo austriaco noto come il “cacciatore di nazisti”, affrontando il delicato argomento dei criminali nazisti. A seguire il film “I ragazzi venuti dal Brasile”, pellicola del 1978 diretta da Franklin J. Schaffner dove il protagonista, interpretato da Laurence Olivier e ispirato al cacciatore di nazisti Simon Wiesenthal, si trova a combattere contro il famigerato criminale delle SS, Joseph Mengele, interpretato da Gregory Peck.

Nel 1994 il procuratore militare Antonino Intelisano (che si stava occupando del processo contro l’ex SSErich Priebke) rinvenne in uno sgabuzzino della cancelleria della procura militare un armadio, rimasto per anni con le ante rivolte verso il muro, nel quale c’erano documenti “archiviati provvisoriamente” decine di anni prima: il cosiddetto “Armadio della vergona”. Tra i documenti ritrovati anche unpromemoria prodotto dal comando dei servizi segreti britannici, dal titolo Atrocities in Italy (Atrocità in Italia), con stampigliato il timbro secret, frutto della raccolta delle testimonianze e dei risultati dei primi accertamenti effettuati sui casi di violenze da parte dei nazifascisti, che al termine della guerra era stato consegnato ai giudici italiani. Nel Focus la preziosa testimonianza di Intelisano fa luce su questa terribile vicenda.

“I ragazzi venuti dal Brasile”, introdotto dal Focus, è proposto inoltre nell’appuntamento “1 film 1 storia” di gennaio, giovedì 31 in seconda serata.


A

Il Focus “I ragazzi venuti dal Brasile”

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, decine di criminali di guerra nazisti cercano di sfuggire alla giustizia degli alleati. Molti uomini delle SS riescono a far perdere le loro tracce facendosi passare per semplici soldati dell’esercito tedesco, altri decidono di fuggire dall’Europa. Dopo il processo di Norimberga ai gerarchi di Hitler, la necessità di punire i criminali nazisti si fa meno pressante per gli alleati. Nel frattempo è intervenuta la Guerra fredda e adesso il nemico per gli Usa e gli alleati europei, tra cui la Germania, è il blocco comunista. Ma c’è qualcuno nel cuore della vecchia Europa che non la pensa così. Simon Wiesenthal, ebreo austriaco sopravvissuto all’orrore dei lager, decide che se le autorità Alleate non sentono più il bisogno di rintracciare i criminali di guerra, ci penserà lui a continuare le indagini. In breve tempo, Wiesenthal mette su un ufficio di tre stanze a Vienna e comincia,  attraverso una fitta rete di collaboratori, a raccogliere prove e indizi contro i nazisti fuggiti alla giustizia.

Inizia così, il Focus esclusivo, prodotto dal Canale, che tramite immagini di repertorio, interviste d’archivio e l’eccezionale testimonianza di Antonino Intelisano, ripercorre la vita di Simon Wiesenthal, ebreo austriaco sopravvissuto all’orrore dei lager, che decide di diventare cacciatore di nazisti. Determinato a fare giustizia, grazie alle prove raccolte riesce a far arrestare e giustiziare Adolf Eichmann, un uomo della Gestapo, responsabile della morte di milioni di ebrei. Tenta poi di scovare l’angelo della morte, il dottor Josef Mengele, fuggito in Argentina, colui che arresta Anna Frank e compie atroci esperimenti medici sui bambini deportati ad Auschwitz. A seguire il caso Erich Priebke, ufficiale delle SS operativo in Italia negli anni della guerra e braccio destro di Herbert Kappler, condannato come principale responsabile della strage delle Fosse Ardeatine. Antonino Intelisano, il Magistrato della Procura Militare che ha condotto le indagini ritrovando i dossier contenenti gli elenchi delle stragi naziste in Italia nel cosiddetto “Armadio della vergogna” ed emettendo la sentenza d’ergastolo per Priebke, racconta davanti alle telecamere di Studio Universal le varie fasi del processo.

 

I ragazzi venuti dal Brasile – Il film

“I ragazzi venuti dal Brasile” è un film del 1978 diretto da Franklin J. Schaffner, tratto dal romanzo omonimo di Ira Levin. La storia prende spunto dagli esperimenti del dottor Josef Mengele, il famigerato scienziato del Terzo Reich che, dopo aver compiuto atroci esperimenti nei lager nazisti, prosegue la sua operazione di “pulizia” della razza ariana durante la latitanza in Brasile. Un cacciatore ebreo di criminali di guerra nazisti (Olivier) scopre che il dottor Josef Mengele (Peck), l’angelo della morte di Auschwitz, ha clonato 94 bambini, ricalcati sull’immagine di Hitler, e li ha fatti adottare da famiglie sparse in vari Paesi. Conta di riunirli per la conquista del mondo.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *