Più di tre chilometri in apnea. Curve ghiacciate a 100 chilometri l’ora. Salti e discese che farebbero rabbrividire anche lo sciatore più esperto. Basta solo un dato. Al cancelletto di partenza, con le punte degli sci nel vuoto, la discesa che si presenta davanti ha una pendenza del 63%, la più ripida in assoluto di tutto il circuito di Coppa. Signore e signori, benvenuti in cima alla Stelvio, la pista definita da Gian Franco Kasper, presidente della Federazione Internazionale Sci, «Il teatro alla Scala degli sport invernali».

Vincere qui significa entrare in un club molto esclusivo, di quelli che fanno della velocità estrema e del pericolo la propria missione di vita. Giovedì 29 dicembre si corre la ventunesima edizione della discesa libera di coppa del Mondo sullo Stelvio, a Bormio. E tra gli atleti più attesi da noi italiani c’è il plurimedagliato azzurro Christof Innerhofer. Il 27enne di Gais è la punta di diamante della squadra italiana di velocità, ma anche l’uomo che ha fatto la storia dello sci.

È stato il primo sciatore azzurro a vincere questa terribile gara che spezza il fiato e le gambe a tutti: all’arrivo pochissimi rimangono in piedi senza piegarsi sulle gambe per lo sforzo. Nelle due discese disputate quest’anno, sulle nevi di Lake Louise ha trionfato Didier Cuche, invece, su quelle di Beaver Creek Bode Miller. Non si è disputata quella in Val Gardena di metà dicembre per mancanza di neve.Occhio di riguardo per noi italiani anche su Werner Heel e Peter Fill.

Eurosport HD | Canale 211 GIOVEDÌ 29 Dicembre ORE 11.45

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here