22 luglio, Oslo: un’autobomba in pieno centro, nel cuore della capitale norvegese vicino ad alcuni uffici governativi, poi una sparatoria contro un raduno di giovani laburisti nell’isolotto di Utoya. Due attacchi che hanno trasformato la città in una zona di guerra e hanno provocato una strage nazionale. L’autore del peggior massacro mai registrato nei tempi moderni è ANDERS BEHRING BREIVIK.

Il 22 agosto alle ore 22:00 Discovery Channel (Sky Canali 401, 402 e in HD), a un mese dalla strage, cerca di entrare nella psiche dell’attentatore con lo speciale di un’ora dal titolo“MASSACRO IN NORVEGIA: NELLA MENTE DEL KILLER”.

Chi è ANDERS BEHRING BREIVIK e cosa l’ha spinto ad agire? Il documentario esamina la sua mente criminale e i motivi che l’hanno spinto ad organizzare e pianificare la strage. Grazie agli interventi dei massimi esperti in psicologia criminale e terrorismo internazionale, lo speciale ricostruisce ora per ora la giornata vissuta da Breivik, analizzandola dal momento del posizionamento dell’ordigno in centro a Oslo fino al massacro sull’isola di Utoya.

“MASSACRO IN NORVEGIA: NELLA MENTE DEL KILLER” contiene, inoltre, filmati inediti dell’attacco dinamitardo e scene riprese sull’Isola di Utoya prima della sparatoria con commenti dei testimoni oculari sopravvissuti mai apparsi in tv. Interviste esclusive a Nicolai Schei, testimone del massacro sull’isola, e a Bjorn Kasper Ilaug, che ha salvato alcuni ragazzi durante la sparatoria recuperandoli in acqua con la sua barca.

Tra gli intervistati: Arild Tangen, il tassista che per ultimo ha parlato con Anders portandolo a casa il giorno prima dell’attentato; Vegard Groslie Wennesland, che si è nascosto in una cabina mentre il killer sparava sui suoi colleghi; Samuels Muyizzi, sopravvissuto arrampicandosi su un albero del bosco dell’isola; Bjojrn Arneson, il primo vigile del fuoco accorso in centro ad Oslo dopo l’esplosione; Marius Arnesen, che ha filmato Brivik mentre uccideva i ragazzi.

Tra gli esperti che intervengono nel documentario: il criminologo David Wilson dell’Università di Birmingham; Katherine Newman dell’Università di Princeton, una dei maggiori esperti di stragi e uccisioni di massa che ha analizzato e studiato anche il caso Columbine; Matthew Feldman, docente di storia e autore di saggi sulla destra estrema; Matthew Goodman dell’Università di Nottingham, autorevole voce sulle frange terroristiche britanniche ed europee di estrema destra; Charles Shoebridge, esperto di armi e il professor Jeremy Coid, psichiatra forense della Queen Mary’s University di Londra esperto di psicopatie nelle menti criminali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here