Vanity Fair, il costume dramma dell’anno su laF

Vanity Fair – La fiera delle vanità, una delle serie più attese dell’anno in tutto il mondo, arriva in esclusiva per l’Italia su laF (Sky 135) venerdì 26 ottobre, alle ore 21.10, in prima tv assoluta. L’affascinante e...

Vanity Fair – La fiera delle vanità, una delle serie più attese dell’anno in tutto il mondo, arriva in esclusiva per l’Italia su laF (Sky 135) venerdì 26 ottobre, alle ore 21.10, in prima tv assoluta. L’affascinante e spregiudicata arrampicatrice sociale Becky Sharp, protagonista del classico “La Fiera della Vanità” di William Makepeace Thackeray, torna a conquistare di nuovo il piccolo schermo con il volto magnetico di Olivia Cooke.

Dai produttori di Victoria e Poldark (Mammoth Screen), con il coinvolgimento di Julia Stannard, già all’opera con Guerra e Pace, quello che si preannuncia il “costume drama” dell’anno è sceneggiato da Gwyneth Hughes, candidata ai Golden Globe per Five Dayscon la regia di James Strong (Broadchurch), e vanta un cast d’eccezione che unisce giovani star a leggende della tv e del teatro.

Accanto a Olivia Cooke (Bates Motel, Le origini del male, Ready Player One), Claudia Jessie (WPC 56Love Sick) dà il volto all’altra protagonista, l’aristocratica Amelia, caratterialmente l’opposto di Becky, pacata, fedele e arrendevole; Tom Bateman (Da Vinci’s DemonJekill and HydeAssassinio sull’Orient Express) veste i panni del ricco Capitano Rawdon Crawley, mentre Charlie Rowe (La bussola d’oroI Love Radio RockNon lasciarmi) interpreta George Osborne, promesso sposo di Amelia; il cantautore Johnny Flynn (Love Seek) è invece il gentile William Dobbin, segretamente innamorato di Amelia. Tra i “veterani”, Michael Palin (Monty PythonUn pesce di nome WandaRemember Me) dà il volto a William Makepeace Thackeray narratore in scena del proprio romanzo; Simon Russell Beale (MarilynInto The WoodsThe Legend of Tarzan) è John Sedley, l’anziano padre di AmeliaMartin Clunes (Shakespeare in LoveL’erba di GraceDoc Martin) è nelle vesti di Sir Pitt Crawley, il tirchio e rud