Cinquantatre anni dopo la sua morte, Marilyn Monroe resta l’icona seduttiva per eccellenza e la sua allure è destinata a durare in eterno. Il fascino senza tempo del sex symbol più famoso al mondo, trova oggi una nuova celebrazione nell’evento televisivo in due parti in onda su DEEJAY TV (canale 9, Sky 145, Tivùsat 9): “Marilyn – La vita segreta” (2×120’, Intuition Production/Asylum Entertainment, Toronto, Los Angeles 2015, regia di Laurie Collyer), un racconto che mette in luce gli aspetti privati che si nascondono dietro la leggenda. In Prima TV assoluta il 14 e il 15 settembre alle ore 21:15.

È Kelli Garner (The Aviator, Pan Am) ad interpretare Norma Jeane-Marilyn dall’età di 15 ai 36 anni, il premio Oscar Susan Sarandon (Thelma e Louise, Dead Man Walking) è la madre malata Gladys, Jeffrey Dean Morgan è Joe di Maggio, Emily Watson è la zia Grace, Eva Amurri Martino (nella realtà figlia della Sarandon) interpreta proprio Gladys da giovane.

Se nella vita della star il rapporto con gli uomini è stato centrale, in questa miniserie è il rapporto con le donne ad essere messo al centro della narrazione, soprattutto quello con la donna della sua vita, la madre Gladys, per molti versi un peso morto nell’intera vita della figlia. E se sono sempre stati mostrati gli aspetti più glamour e sensazionali della diva, qui verrà svelata una Marilyn più intima, costantemente in rapporto con la malattia e la psicosi.

La serie è tratta dal bestseller omonimo di J. Randy Taraborrelli del 2009 e si apre con un ritratto della giovane Norma Jeane Mortenson mentre conduce una vita solitaria e senza affetti, in compagnia di una madre assente. Nonostante tutto, Norma Jeane cresce come una giovane donna gioiosa e ambiziosa, buffa e intelligente, che prima o poi si sarebbe trasformata in un’icona universale. Un’artista fragile perennemente in cerca di protezione e consenso, soprattutto dagli uomini. Il mondo non capirà mai la vera Marilyn, una donna così diversa dalla sua figura pubblica. Più la sua fama crebbe, più le sue vicende personali, inclusi i 3 matrimoni, andarono a rotoli, consegnando la donna ad un destino dominato dalle proprie ossessioni e dalla fragilità psicologica ereditata dalla madre.

È Gladys, interpretata magistralmente dalla Sarandon, il vero amore e odio di Marilyn e l’oscuro segreto della diva: una donna che fu data pubblicamente per deceduta anche quando era ancora viva e curata segretamente in un istituto.

Tra i produttori esecutivi della serie, Jonathan Koch e Steve Micheals, autori di un’altra grande biopic di successo,I Kennedy, mentre la sceneggiatura è di Stephen Kronish, autore di 24.

 

Cast principale:

 

SUSAN SARANDON

Estremamente versatile, Susan Sarandon riesce a donare il proprio innato fascino ad ogni ruolo. Dalla sua performance in Thelma e Louise (una nomination agli Oscar) al Cliente e Atlantic City, fino al ruolo della suora Helen che le è valso l’Oscar in Dead Man Walking. Nella sua carriera anche Nella valle di Elah, Speed Racer,Elizabethtown, Due amiche esplosive, Mr. Woodcock, Alfie, Moonlight Mile, Romance and Cigarette, Twilight,Nemiche amiche, Indovina perchè ti odio, Cloud Atlas, Robot & Frank, The Last of Robin Hood, The Calling, Snitch – l’infiltrato . Tra i titoli giovanili, Rocky Horror Picture Show del 1974, il controverso Pretty Baby di Louise Malle, tra gli altri successi Le streghe di Eastwick, Il re degli zingari, Lo spacciatore. Tra i lavori televisivi: nel 2008 ha ricevuto la nomination agli Emmy e ai Golden Globe per il suo ruolo in Bernard e Doris, il drama della HBO, e un’altra nomination agli Emmy per il suo ruolo in Il Dottor morte, di Barry Levinson, con Al Pacino.

 

KELLI GARNER

Inizia la carriera con Bully, diretta da Larry Clark. Poi prosegue con Thumbsucker-Il Succhiapollici di Mike Mills,L’uomo di casa, con Tommy Lee Jones, Motel Woodstock di Ang Lee. Interpeta Faith Domergue in The Aviator, diretta da Martin Scorsese al fianco di Leonardo DiCaprio, poi Lars e una ragazza tutta sua, con Ryan Gosling. Per la tv, Kelli ha lavorato a varie produzioni tra cui Pan Am della ABC e Looking della HBO.

 

JEFFREY DEAN MORGAN

Con il suo carisma e la sua versatilità, Jeffrey Dean Morgan ha partecipato a numerosi film di successo, lavorando al fianco di grandi attori e registi premi Oscar. Lavora senza sosta da anni, avendo catturato l’attenzione dell’industria hollywoodiana. Il 2015 è un anno molto impegnativo: ha lavorato con Halle Barry alla seconda serie di Extant, per la CBS, e ha concluso le riprese del nuovo film di Jonas Cuaròn con Gael Garcìa Bernal.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here