La finale di Top Chef su Nove

Per i 3 chef rimasti in gara la finale è tutta da giocare: il grande giorno è arrivato! Lo show che ha portato la cucina in tv a un livello mai visto prima, giunge al termine. Mercoledì 2 novembre alle 21:15 sul NOVE va in onda la proclamazione del primo TOP CHEF italiano.

Per il gran finale, i 3 chef hanno pensato a un menù con il quale proveranno a vincere il titolo. Ma solamente 2 di loro avranno l’onore di realizzarlo nell’ultima sfida, davanti alla giuria televisiva più stellata di sempre: MAURO COLAGRECO (2*), italo-argentino impetuoso e risoluto;MORENO CEDRONI (2*), guru avanguardista e rivoluzionario della cucina di pesce; GIULIANO BALDESSARI (1*), giovane talento emergente della cucina italiana; ANNIE FÉOLDE (3*), madrina del gruppo e prima donna in Italia ad aver conquistato le tre stelle Michelin, moglie del patron diEnoteca Pinchiorri di Firenze.

 

I TRE FINALISTI

 

Maria Amalia Anedda (Parma). Maria è nata e cresciuta a Parma, ma si è trasferita a Parigi per inseguire i suoi sogni porfessionali nella città che considera «il tempio della gastronomia». È proprio in Francia, nella cucina di Alain Ducasse, che conosce Jacopo, il suo fidanzato e anche lui concorrente di Top Chef. Dopo l’esperienza parigina, i due si sono trasferiti insieme a Bordeaux, per lavorare nel ristorante di un castello. Sono tornati da poco in Italia per aprire un ristorante insieme nella provincia parmense.

 

Matteo Fronduti (Milano). Matteo ha iniziato a cucinare per divertimento: da adolescente, quando restava a casa da solo, preparava cene per i suoi amici del liceo. Con gli anni ha capito che questa sua passione poteva trasformarsi in vera professione, e si è avvicinato alla ristorazione. Matteo viene dalla periferia di Milano, dove ha scelto di aprire il suo locale, il Ristorante Manna, che si colloca fuori dai circuiti classici. Si definisce un concorrente «fottutamente competitivo» ed è un cultore delle materie prime, perché convinto che anche gli elementi base, se trattati al modo giusto, possono diventare un grande piatto.

 

Matteo Torretta (Milano). Fin da giovane, Matteo è stato un outsider. Non ha mai avuto molta voglia di studiare, ed è cresciuto come un vero ribelle di periferia. Dopo la scuola alberghiera, la curiosità lo ha spinto a mettersi in gioco: inizia a girare l’Europa, poi torna in Italia e, a soli 27 anni, lavora con i più grandi chef (Marchesi, Cannavacciuolo, Cracco, etc). Ora è lo chef del ristorante Asola nella sua Milano, presso The Brian&Barry Building. La persona più importante della sua vita è la moglie Cinthia, con cui da 11 anni condivide tutto, sia la vita lavorativa sia quella privata.

Il concorrente che riuscirà a vincere il titolo di “Primo Top Chef Italiano” si aggiudicherà il premio finale di 50.000 euro.

 

Su DPlay.com, il servizio OTT gratuito del grupppo Discovery Italia, è online un canale dedicato (http://it.dplay.com/top-chef/). Oltre alle puntate complete da rivedere in streaming, tantissimi contenuti esclusivi: le biografie dei giudici e dei concorrenti, immagini di backstage, confessionali e tutte le ricette realizzate durante il programma, visibili anche dalla app di Dplay.

Sui social network, invece, si potrà condividere e commentare foto, video e altri materiali inediti utilizzando l’hashtag ufficiale  #TopChefItaliaattraverso i canali ufficiali di Top Chef:

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *