Ha dominato per anni le classifiche di Billboard – la più autorevole pubblicazione americana dedicata al mondo musicale – ed è sempre stata identificata come “la donna dietro la musica”. È Kara DioGuardi, per la prima volta in TV come protagonista della nuova puntata di E! True Hollywood Story, in onda giovedì 5 gennaio alle 20:00 solo su E! Entertainment (Canale 129 di SKY).

Avendo firmato successi per Anastacia, Christina Aguilera, Avril Lavigne, Ashlee Simpson, Britney Spears, Hilary Duff, Jessica Simpson, P!nk, Lindsay Lohan, Kylie Minogue, Natalie Imbruglia, solo per citare alcuni nomi, Kara è una delle autrici di canzoni più richieste del momento.

Amicizie famose, disturbi alimentari, spaventosi ricordi d’infanzia e decisioni che le hanno cambiato la vita vengono rivelati a E! Entertainment nella puntata di E! True Hollywood Story.

Lanciata sotto i riflettori come giudice di American Idol – uno dei reality show musicali più seguiti in America -, il mondo intero ha conosciuto Kara senza rendersi conto che da anni era già presente nelle case, negli iPod e nelle radio di tutto il mondo. Eppure, nonostante l’importante contributo che la DioGuardi ha apportato alla musica pop, la storia della sua vita è rimasta un mistero; almeno fino ad ora.

Per la primissima volta in TV, in un’intervista intima e molto personale, Kara DioGuardi parla a E! Entertainment del lungo viaggio verso il successo. Nel racconto sarà affiancata dal marito Mike McCuddy, dal fratello John, dai suoi più cari amici e colleghi di lavoro, tra cui la leggenda della musica Tommy Mottola e il Produttore Esecutivo di American Idol, Ken Warwick, oltre che da alcuni degli artisti per cui ha scritto canzoni – Kelly Clarkson, Jason DeRulo, Dave Stewart e Colbie Caillat -.

 

Alcuni momenti da non perdere del nuovissimo E! True Hollywood Story:

La chiamata da American Idol

“Sono andata a colloquio con i produttori e sono entrata pensando che fosse uno scherzo e che non mi avrebbero mai preso. Ma devo aver fatto qualcosa che è piaciuto, perché so solo che poco dopo ero su un aereo diretto in Inghilterra per andare a incontrare Simon Cowell”. – DioGuardi

Il rapporto con Simon

“Con Simon è così, un giorno ti ama e il giorno dopo ti odia. È stato come andare sulle montagne russe, ma questi alti e bassi hanno dato pepe alla chimica”. – Ken Warwick, Produttore Esecutivo diAmerican Idol

L’amicizia con Paula Abdul

“È stato il tipo di amicizia che nasce velocissimamente. Lei stava divorziando, stava cercando di trovare la sua strada per stare bene, di uscire da quel periodo buio della sua vita. Anche io mi stavo riprendendo dalla perdita di mia madre, stavamo entrambe cercando di rinascere quando ci siamo conosciute. Mi ha invitata a Los Angeles a casa sua per scrivere l’album e mi ricordo che quando sono entrata ho pensato: Dio, questa è la casa dove vive un personaggio famoso”. – DioGuardi

La molestia subita da bambina da un amico di famiglia

“Giocavamo a nascondino e un giorno il gioco è degenerato in tutt’altro. Sono andata a raccontarlo a mia madre ma all’epoca non c’erano i programmi di Oprah… la gente non parlava di stupri o molestie sessuali… veniva tutto messo a tacere”. – DioGuardi

La dieta insolita e lo stress alimentare

“Ho iniziato questa dieta e per 6 giorni la settimana avevo così tanta fame che il settimo giorno ero… (suoni di morsi), cioè, mangiavo qualsiasi cosa: cupcakes, brownies al cioccolato. Non vedevo l’ora che arrivasse la domenica. Ingerivo così tanti zuccheri che il lunedì non riuscivo a rimettermi a dieta. Avevo sempre più bisogno di zucchero e in poco tempo la situazione mi è sfuggita dalle mani”. – DioGuardi

La notizia del cancro della madre ricevuta mentre frequentava la Duke University

“[Mia mamma] mi ha chiamato per dirmi che le avevano diagnosticato un cancro. E sentivo questo strano giustapporsi di urla nel cortile del college, persone che gridavano alla vita felici, e il sapere che mia madre probabilmente sarebbe morta”. – DioGuardi

La scoperta di Kara DioGuardi

“Uno dei primi appuntamenti che ho procurato a Kara è stato con un tizio della BMG Music…l’ha guardata e ha detto ‘Vuoi essere una pop star?’ E lei ha ridacchiato nervosamente e ha risposto: ‘Sì’. E quando lui l’ha smontata pezzo per pezzo e le ha detto: ‘Allora, hai i capelli troppo scuri, per non parlare di quel naso…’ è stato demoralizzante e frustrante, ma poi le ha presentato moltissima gente”. – Larry Flick, Ex Dance Music Editor, Billboard.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here