Telespettatori cattolici: bene eventuale chiusura Grande Fratello

“Il 2011 si chiude con una notizia positiva. Forse, a marzo, con alcuni mesi di anticipo, il Grande Fratello cessa la programmazione. Per l’Aiart, che da sempre ha criticato con severità un programma insulso e...

“Il 2011 si chiude con una notizia positiva. Forse, a marzo, con alcuni mesi di anticipo, il Grande Fratello cessa la programmazione. Per l’Aiart, che da sempre ha criticato con severità un programma insulso e volgare, la chiusura anticipata non sarebbe altro una doverosa `mossa` commerciale determinata dal calo clamoroso degli ascolti e dello share”. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell`associazione di telespettatori cattolici Aiart. “Non possiamo non rallegrarci, perche`, finalmente i telespettatori riescono, usando il telecomando, a mandare in soffitta un programma trash. Forse – conclude Borgomeo – l’aria pulita che finalmente spira nel Paese, richiamando gli italiani alla sobrietà e a stili di vita virtuosi, sta lambendo anche la televisione e il cinema, come testimonia il mancato successo del cinepanettone delle vacanze sulla neve”.

Comments 2