Crime+Investigation arriva su Sky Go

Crime+Investigation, il canale 119 di Sky e i suoi programmi dedicati al real crime sono ora disponibili anche su smartphone, tablet e PC

Crime+Investigation approda sul Sky Go. Da giugno è possibile anche su smartphone, tablet e PC la programmazione del primo canale italiano di real crime, che offre il meglio della produzione internazionale e italiana: serie, mini-serie, speciali, film tv tratti da storie verie, docu-fiction e feature doc premiati ai più importanti festival internazionali. Un canale che varacconta il crimine anche nelle sue nuove forme: non solo delitti o rapimenti, ma anche cybercrime, stalking, abusi, dipendenze.
Tra le tantissime proposte che gli spettatori del canale su Sky GO potranno seguire nelle prossime settimane, va segnalato Mostri senza nome – Roma (dal 23 giugno) La docu-serie in quattro episodi ripercorre i diversi casi in maniera dettagliata, studiando le prove raccolte, ricostruendo la scena e la dinamica del delitto, intervistando i protagonisti delle vicende (parenti delle vittime, avvocati, inquirenti), dando la parola agli esperti, viaggiando nei meandri dei quartieri di Roma e nei segreti che nascondono, per provare a fare luce su quattro intricati misteri. A fare da filo conduttore di questo racconto senza filtri e dai toni decisamente noir uno degli attori più apprezzati della scena cinematografica italiana, Filippo Nigro (Suburra, La Dea Fortuna).
Sempre a giugno sarà la volta di un’altra novità assoluta: Accused: Colpevole o innocente? Il programma ruota intorno alla vita di alcune persone che viene sconvolta da un crimine: non perché familiari di una vittima, ma perché ritenuti responsabili. La serie segue infatti le vicissitudini processuali di alcuni uomini e donne in attesa di processo, accusati di omicidio o di omissione di soccorso.
A luglio, invece, sarà la volta di Killing Versace – L’ultima passerella, uno speciale che ricostruisce l’omicidio dello stilista italiano, ucciso nella sua villa a Miami da alcuni colpi di pistola sparati da Andrew Cunanan, e prova a svelare i punti ancora oscuri legati della vicenda.