Rai 5: sulle strade di “Road Italy”

Undici puntate in carovana per raccontare l’Italia di domani. Tv e social network per dare voce ai testimoni del nostro tempo, da venerdì 27 aprile alle 21.15. Dal Gran Sasso al Monte Bianco, attraverso sei regioni,...

Undici puntate in carovana per raccontare l’Italia di domani. Tv e social network per dare voce ai testimoni del nostro tempo, da venerdì 27 aprile alle 21.15. Dal Gran Sasso al Monte Bianco, attraverso sei regioni, alla scoperta del nostro Paese. Un viaggio in undici puntate – tra sorprese e incontri inaspettati – quello di “Road Italy”, il nuovo programma di Rai 5 in onda il venerdì, per undici puntate, a partire dal 27 aprile alle 21.15. A raccontarlo, tappa dopo tappa, Emerson Gattafoni, Valeria Cagnoni e Claudio De Tommasi – volti noti al pubblico di Rai5 – che viaggiano lungo l’Italia, incontrando amici noti o sconosciuti e raccontando le tante realtà che descrivono la creatività del nostro Paese e i suoi meravigliosi territori. Con “Road Italy” una vera e propria “carovana targata Rai5” si muove per “fotografare” l’Italia come è ma anche come sarà: uno sguardo sul futuro partendo da storie e racconti di vita che parlano al presente e che guardano al domani.

Un viaggio tra paesaggi e borghi medievali, presentati con un linguaggio rapido e asciutto: le ricchezze architettoniche storiche e quelle moderne; le imprese tramandate di padre in figlio e gli esempi dei nuovi imprenditori della green economy. E poi i veri protagonisti di questo viaggio targato Rai 5: le persone comuni e le loro storie di vita, incontrate per caso durante gli spostamenti.
“In questo caso – dicono gli autori – si può parlare anche di etnofiction, termine coniato dall’antropologo Marc Augè: l’incontro con i testimoni di una Italia vera nel tentativo di offrire al pubblico il “tempo presente” per fare in modo che vi si riconosca e vi si ritrovi”.

“Road Italy” – prodotto da Rai 5 con Gekofilm – avrà anche un diario di viaggio quotidiano: da lunedì 23 aprile, ogni giorno alle 17.50, una puntata di 10 minuti per raccontare l’itinerario e le peripezie della carovana. Rai 5 – supportata dal  Centro di Produzione Rai di Torino e dal Centro Ricerche della Rai – ha inoltre realizzato una partnership tecnologica con Skylogic, azienda del gruppo Eutelsat, principale operatore satellitare in Europa. La carovana di RAI5 si collegherà con gli impianti di messa in onda grazie al servizio NewsSpotter di Skylogic, la nuova tecnologia per “produzioni televisive nomadi” che attraverso terminali facili da montare e trasportare permette di inviare da qualunque punto del territorio contenuti digitali via satellite anche in alta definizione.

“Rai5 – dice il direttore Massimo Ferrario – conferma così la sua natura di Social TV continuando a cercare con i suoi telespettatori ogni forma possibile di scambio e confronto. Con Road Italy, Rai5 non sarà solo in TV, sui principali social network e in rete, anche grazie alle applicazioni per Ipod e Iphone, ma sarà con la sua carovana sul territorio per incontrare i suoi telespettatori e le loro storie”.

Lascia un commento