Allarme mosquito: documentario in prima tv mondiale su Discovery Channel

Zika, malaria, virus del Nilo occidentale, febbre gialla, chikungunya, dengue: sono tutti nomi esotici di malattie quasi sconosciute per il mondo occidentale. Tuttavia, esse sono tutte collegate da un fil rouge: la continua e rapida espansione della zanzara in tutto il mondo, causata da fattori quali l’aumento dei viaggi e dei trasporti e l’innalzamento delle temperature che crea un ambiente più ospitale per questi insetti.

Giovedì 6 luglio Discovery programmerà in esclusiva e in contemporanea in tutto il mondo il documentario “MOSQUITO” che in Italia andrà in onda alle 21.00 su Discovery Channel in esclusiva su Sky al canale 401 in HD e al 402. Lo speciale fa parte di Discovery Impact, il brand che racchiude alcuni documentari che mettono in luce l’impatto dell’uomo sull’ambiente, mostrando cosa i cittadini e la comunità possano fare per arginare alcuni gravi problemi che affliggono il nostro Pianeta.

Il tema del documentario è la crescente minaccia globale costituita dalla zanzara, insetto tanto minuscolo quanto pericoloso, ed evidenzia in modo emblematico i rischi che corrono le popolazioni di tutto il mondo. Senza uno sforzo coordinato da parte di tutti, una pandemia storica potrebbe mettere milioni di persone a rischio di infezioni mortali.Girato in quattro continenti, “MOSQUITO” racconta le storie di uomini, donne e bambini che vivono nel terrore di contrarre malattie letali, avvalendosi del contributo di leader mondiali e influencer del calibro di Bill Gates, co-presidente della fondazione Bill e Melinda Gates, e Tom Frieden, uno dei massimi esperti mondiali di malattie infettive. “Da oltre 30 anni, la missione di Discovery e del suo network di canali nel mondo è quella di accendere la curiosità degli spettatori attraverso i nostri racconti, di stimolare il dialogo e di incoraggiare azioni su temi cruciali dei nostri tempi” – dichiara David Zaslav, presidente e amministratore delegato di Discovery Communications – “MOSQUITO sottolinea la necessità di fare passi avanti per affrontare una minaccia sempre più urgente. Per noi è fondamentale sfruttare la forza della nostra Tv e delle nostre piattaforme digitali per invitare i cittadini e i leader mondiali ad agire”. Le zanzare uccidono più di 750,000 persone l’anno, tra cui molti bambini. Il cambiamento climatico, le repentine trasformazioni ambientali e la facilità con cui merci e persone si spostano per il mondo stanno accelerando la diffusione di questi insetti. Le zanzare oggi sono in grado di sopravvivere in luoghi dove non sono mai vissute prima tra cui Brasile, Florida, Texas, Washington e New York, e stanno portando malattie come la Zika, la dengue e la febbre gialla in diverse parti del mondo.  Il primo caso di Zika è arrivato dall’Africa in Malesia nel 1967. Quarant’anni dopo la Zika si è manifestata anche in Micronesia e successivamente in Brasile. Il primo caso di Zika segnalato a Puerto Rico è stato nel dicembre 2015; un anno dopo, più di 34.000 persone hanno contratto la malattia. Oggi, oltre 2.5miliardi di persone sono a rischio di contrarre questa malattia, che potrebbe costare al mondo oltre 500 miliardi di dollari. Sono numeri allarmanti che richiedono un’azione coordinata da parte di tutti i leader mondiali. Nonostante alcuni progressi siano stati fatti nel contrastare questi virus, metà della popolazione mondiale rimane a rischio di malaria e altre malattie letali.

 

Prima della messa in onda sui canali Discovery Channel di 220 paesi, “MOSQUITO” è stato proiettato in anteprima mondiale durante il prestigioso AFI Docs Film Festival il 15 giugno.

 

In Italia, il gruppo Discovery, che trasmette in esclusiva su Sky il canale Discovery Channel, si è unito a Save the Children, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla possibilità di prevenire la diffusione delle malattie causate dalle punture di zanzare, soprattutto nei paesi a più alto rischio di mortalità.

“La malaria o il virus Zika sono malattie prevenibili con soluzioni semplici, come una zanzariera o un insetticida. Ma in molti paesi queste malattie possono diventare mortali perché mancano anche queste piccole cose che possono fare la differenza tra la vita e la morte, soprattutto per i bambini. Si tratta di paesi che hanno spesso sistemi sanitari al collasso e in cui un ospedale dista decine di chilometri dai villaggi più remoti. Per questo Save the Children cerca di intervenire in maniera capillare, nelle comunità più lontane, supportando madri e bambini e abbiamo voluto sostenere questo progetto con dei dati per testimoniare l’enorme importanza di un fenomeno che si può vincere solo attraverso l’informazione”, afferma Daniela Fatarella, Vicedirettore Generale di Save the Children.

 

 

“MOSQUITO” (uno speciale da 90 minuti) è prodotto da Yap Films per Discovery Channel; diretto da Su Rynard; produttori esecutivi, Elliot Halpem e Elizabeth Trojian; Editori, Michele Francis and Steve Weslak Cinematografia di Mark Elam; Sceneggiatore, Mark Monroe; Musica originale, Tom Third, Associate Producer, Alex Rankin. Per Discovery supervisione alla produzione, Jon Bardin; produttore esecutivo, John Hoffman.

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *