Rai e Telecom Italia: accordo per i contenuti video multipiattaforma

Telecom: rilancia Cubovision, nuova multipiattaforma tv | Digitale terrestre: Dtti.it

RAI – Radio Televisione Italiana e Telecom Italia hanno siglato un accordo per arricchire di nuovi contenuti video l’offerta di Cubovision®, la TV di Telecom Italia disponibile anche su PC, smartphone e tablet. L’intesa prevede la trasmissione su Cubovision di tre nuovi canali interamente dedicati alle produzioni RAI e del servizio Replay TV, per la visione dell’ultima settimana di programmazione di Rai1, Rai2, Rai3 e Rai5.

I nuovi canali on demand Rai On Fiction, Rai On Racconti, Rai On Bambini, disponibili dal 17 dicembre, porteranno nell’abbonamento Cubovision il meglio delle produzioni RAI: dalle fiction di successo ai ritratti e alle interviste realizzate da importanti firme del giornalismo italiano, fino alle trasmissioni di intrattenimento e apprendimento destinate ai bambini.Il servizio Replay TV della RAI, che permette di rivedere gratuitamente on demand i programmi andati in onda negli ultimi sette giorni, è invece già fruibile nell’area web TV di Cubovision.

L’importante offerta RAI si aggiunge alla programmazione di Cubovision, che comprende oltre 25 canali tematici, centinaia di contenuti on demand tra cui film, serie TV, programmi per bambini e ragazzi, concerti, attualità e cultura e il meglio dei video dal web. L’Abbonamento a Cubovision è disponibile su rete a banda larga fissa e mobile, attraverso diverse piattaforme: sul televisore con il decoder Cubovision, sulle smart TV con l’applicazione Cubovision, sul PC attraverso il sito www.cubovision.it e anche in mobilità con l’applicazione per smartphone e tablet Android, Apple e Windows8.

Con questa iniziativa Telecom Italia e RAI confermano il loro impegno per la valorizzazione del patrimonio di informazione e di intrattenimento, grazie all’utilizzo di tecnologie che consentono la diffusione su diverse piattaforme di nuove modalità di fruizione dei contenuti audiovisivi.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *