Digitale a Treviso, l’Ipsia aiuta gli anziani

Rai: Pm di Roma indaga sui diritti televisivi a partire dal 2000 | Digitale terrestre: Dtti.it

televisoreNuovi problemi con il digitale, in campo ancora una volta gli studenti dell’Ipsia Galilei. Negli ultimi mesi ci sono stati nuovi disguidi con il digitale terrestre.

Molti canali sono spariti dall’elenco, i canali Mediaset sono stati riposizionati e per questo motivo parecchie persone si sono trovate in difficoltà. Numerose chiamate con richiesta di aiuto sono arrivate proprio all’Ipsia Galilei, protagonista di una straordinaria campagna di informazione e supporto al passaggio al digitale terrestre quando anche i castellani dovettero dotarsi di decoder.

In questi giorni sono arrivate diverse telefonate alla scuola. Soprattutto anziani in difficoltà con i decoder. È ripartita così l’attività degli studenti dell’Ipsia. «Da un recente studio che abbiamo fatto» dichiara il professor Daniele Pauletto, coordinatore del progetto riguardante il digitale terrestre «abbiamo verificato che si sono persi tantissimi canali da un anno circa. Le stesse reti, anche locali, che trasmettevano su più canali, ora sono rimaste solo con uno o addirittura senza alcun canale. Si sono dovute liberare le frequenze, che sono state concesse alle compagnie telefoniche per trasmettere la nuova tecnologia 4G che darà una connessione molto più veloce ai cellulari. Inoltre ci sono stato problemi coi canali Mediaset, che non si vedevano più soprattutto negli impianti condominiali. Abbiamo dato assistenza a parecchie persone che ci hanno chiamato. Inoltre va ricordata la scadenza del 2015. I decoder vecchi e le televisioni con decoder non di ultima generazione saranno da eliminare Ci stiamo preparando anche a questo. Ci sarà la necessità di cambiare decoder e televisioni, sarà forse ancora più problematico del passaggio al digitale».

Per questo motivo il progetto degli studenti dell’istituto professionale Ipsia proseguirà anche nei prossimi mesi.

È possibile seguire la loro attività sul loro blog sostelevisione.blogspot.it.



Fonte : la Tribuna di Treviso

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *