La7d: Il caso Valentino a Donne, Vittime e Carnefici

La7d: Il caso Valentino a Donne, Vittime e Carnefici | Digitale terrestre: Dtti.it

Storie di crimini efferati, commessi per passione, per denaro o per follia sono al centro dell’ultimo appuntamento di Donne, Vittime e Carnefici, in onda martedì 19 marzo, in prima serata su La7d. Donne innocenti, vittime di brutali omicidi, ma anche donne le cui mani si sono macchiate di sangue divenendo feroci assassine senza pietà.

In ogni puntata la giornalista del TgLa7, Francesca Fanuele, analizza alcuni tra i casi di cronaca nera che hanno sconvolto l’Italia in epoca più o meno recente, con l’ausilio di tre ospiti fissi: Margherita Carlini, psicologa clinica e criminologa, l’avvocato penalista Gianluca Paglia e Massimo Lattanzi, esperto in scienze forensi. Il racconto è arricchito dalle docu-fiction con cui si ripercorrono i passaggi fondamentali degli omicidi, e dalle testimonianze di chi, a vario titolo, è stato coinvolto nel caso. L’analisi del delitto dal punto di vista investigativo, i risvolti psicologici e gli approfondimenti sugli aspetti legali del crimine sono gli elementi chiave del nuovo programma di La7d.

Nell’ultima puntata verrà analizzato l’efferato duplice omicidio di Lucia Di Mauro (35 anni) e della madre Maria Grazia Prisciandaro (60 anni), avvenuto il 2 agosto del 2008 in un appartamento di via Sardegna, alla periferia di Canosa di Puglia, dove le due donne vennero brutalmente assassinate a colpi di martello. A dare l’allarme ai carabinieri fu il padre di Lucia e marito di Maria Grazia Prisciandaro il quale, dopo una lunga attesa in macchina si recò nell’appartamento e constatò l’agghiacciante evento. I corpi delle due donne erano immersi in una pozza di sangue e avevano entrambi i crani fracassati. Gli investigatori definirono “un mattatoio” il soggiorno dell’appartamento in cui fu compiuto il duplice omicidio. L’arma del delitto non fu mai ritrovata e il movente dell’omicidio sembra scaturire da un’ossessione o dal rancore che l’assassino provava nei confronti delle due donne.

Sul sito www.donnevittimeecarnefici.la7d.it sarà possibile consultare una videogallery con i momenti salienti delle puntate, la ricostruzione dei casi e le repliche integrali, disponibili on demand per tutta la settimana. Il canaleyoutube.com/la7d offrirà inoltre la possibilità di vedere le repliche di tutte le puntate in modalità catch-up a poche ore dalla messa in onda.

DONNE-VITTIME-CARNEFICI

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *