Jury Chechi racconta come mantenersi in forma dopo i 50 anni

Jury Chechi racconta come mantenersi in forma dopo i 50 anni | Digitale terrestre: Dtti.it

Al via mercoledì 13 novembreogni mercoledì alle ore 20.45 su Sky Sport 2 HD, il nuovo format televisivo “Più forza nella vita”, condotto dal pluricampione olimpico Jury Chechi.

Dieci puntate nel corso delle quali il celebre “Signore degli anelli”, ideale personal trainer degli italiani, partirà per un viaggio alla scoperta dello sport senza età, raccontando dieci storie che vedono protagonisti alcuni “nonni” dello sport, capaci ancora oggi di stupire vincendo campionati del mondo e stabilendo record mondiali in differenti categorie e discipline.

Uomini e donne non più giovanissimi, capaci di conservare una straordinaria forma fisica che consente loro di imporsi in tutte le competizioni internazionali maggiormente blasonate, dalla maratona al salto triplo, passando per scherma, equitazione e addirittura nuoto in mare aperto.

“Più forza nella vita”, oltre a raccontare le storie umane e le incredibili gesta sportive di super-eroi della terza età, spiega al pubblico come sia possibile mantenersi in ottima forma anche dopo i 50 anni o in seguito a un trauma  di tipo muscolare/ortopedico.

E’ davvero possibile misurare scientificamente il livello di forza di questi atleti “eternamente giovani”? Lo scopriremo grazie al programma promosso da Abbott, leader mondiale nel settore della nutrizione, che da anni è impegnata in un progetto educazionale per la conoscenza e prevenzione della sarcopenia. Il programma si avvale della collaborazione scientifica del team diretto dal professor Francesco Landi del Dipartimento di Geriatria, Neuroscienze e Ortopedia del Policlinico universitario A. Gemelli di Roma.

Durante i 10 episodi del programma Jury Chechi incontrerà ospiti vip dello sport tra cui il campione olimpionico di canoa Antonio Rossi, la saltatrice Fiona May, il campione del mondo di Spagna 1982 Ciccio Graziani, l’ex pallavolista Andrea Lucchetta e i due nomi più celebri della storia del tennis italiano: Adriano Panatta e Nicola Pietrangeli.

jury-chechi

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *