Rai, indagine sui Diritti tv, Pm procede per peculato e false fatturazioni

Peculato, false fatturazioni e reati tributari. Questi i reati ipotizzati dal pm Barbara Sargenti nel fascicolo relativo all’acquisto di diritti televisioni Rai destinati ad essere trasmessi in televisione e nelle sale cinematografiche. L’inchiesta, avviata contro...

Peculato, false fatturazioni e reati tributari. Questi i reati ipotizzati dal pm Barbara Sargenti nel fascicolo relativo all’acquisto di diritti televisioni Rai destinati ad essere trasmessi in televisione e nelle sale cinematografiche. L’inchiesta, avviata contro ignoti, ha preso spunto dalle verifiche effettuate dagli inquirenti nell’ambito del filone romano dell’indagine Mediatrade, e su una serie di società riconducibili al produttore statunitense Frank Agrama e al manager Daniele Lorenzano. Secondo quanto accertato finora dagli inquirenti, le società in questione, tra cui la Wiltshire Trading e la Olympus Trading, avrebbero venduto a prezzi gonfiati i diritti per una serie di programmi e di film. I magistrati hanno dato ampia delega agli uomini del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, diretto dal colonnello Virgilio Pomponi. Il sequestro di atti, documenti e corrispondenza da parte degli investigatori presso le società Rai cinema e Rai spa, è solo un primo passaggio. Anche perché nel decreto di sequestro i magistrati ipotizzano “l’acquisizione di prodotti cinematografici e televisivi da parte della Rai e delle sue controllate al di fuori delle logiche