SES annuncia una forte crescita del satellite in Italia

SES (Euronext Paris e Luxembourg Stock Exchange: SESG), uno dei principali operatori satellitari mondiali e proprietario del sistema satellitare ASTRA, ha annunciato che in Italia il satellite, come infrastruttura televisiva, ha guadagnato oltre 400.000 abitazioni nel 2011. Questi i...

SES (Euronext Paris e Luxembourg Stock Exchange: SESG), uno dei principali operatori satellitari mondiali e proprietario del sistema satellitare ASTRA, ha annunciato che in Italia il satellite, come infrastruttura televisiva, ha guadagnato oltre 400.000 abitazioni nel 2011. Questi i risultati del Satellite Monitor, il report che SES realizza ogni anno. A fine 2011, il Satellite ha conquistato 8,8 milioni di abitazioni TV, una quota di mercato pari al 36%. La reach di ASTRA è cresciuta dell’8% ovvero 200.000 case, pari a 2,3 milioni di abitazioni TV in Italia: il 26% di tutte le case italiane che utilizzano il satellite hanno puntato le proprie parabole verso la posizione 19.2° Est.

“La forte crescita del satellite in Italia evidenzia i vantaggi che una tale infrastruttura è in grado di offrire quando si parla di qualità e possibilità di scelta. Nessuna infrastruttura è al pari del satellite nel supportare lo sviluppo e la fruizione dell’Alta Definizione. SES crede fermamente che l’Alta Definizione sia destinata a diventare velocemente lo standard per eccellenza per la trasmissione dei contenuti televisivi in un numero crescente di paesi europei,” commenta Pietro Guerrieri, General Manager di SES Italia. “Nonostante in Italia, a dicembre 2011, siano stati venduti circa 29 milioni di televisori HD ready, il nostro mercato HD free-to-air è in ritardo rispetto agli altri paesi europei e principalmente per motivi di capacità. ASTRA è già in grado di offrire interessanti opportunità di crescita per l’HD in Italia, oltre a servizi complementari in ambito DTT e per altre infrastrutture,” ha aggiunto.

In Italia, 15,1 milioni di case utilizzano la rete terrestre quale principale modalità di ricezione, ovvero il 61% di tutte le case con TV. In particolare, 13,4 milioni hanno una connessione DTT, un aumento di 1,1 milione rispetto al 2010, mentre 1,6 milioni continuano ad utilizzare la rete analogica (-1 milione). L’IPTV è rimasta pressoché stabile attestandosi a quota 0,8 milioni (3%).

 

Satellite Monitor – Europa

Per quanto riguarda l’Europa, il satellite è la principale infrastruttura televisiva, imponendosi rispetto alla ricezione terrestre e via cavo. Oggi, circa 84 milioni di abitazioni in Europa hanno adottato il satellite (Direct-to-Home, DTH) quale principale modalità di ricezione TV; una crescita costante del 22% negli ultimi quattro anni. Allo stesso tempo, la tv via rete terrestre ha perso quasi 16 milioni di case, mentre il cavo oltre 2 milioni. L’IPTV (la televisione su protocollo Internet), partendo da valori piuttost