Switchover Media e Lagardère Active annunciano un’alleanza europea per l’acquisizione di contenuti kids

Prospettive internazionali per il broadcaster indipendente italiano SWITCHOVER MEDIA che con K2 e FRISBEE – i canali in chiaro rivolti ai bambini e alle famiglie distribuiti su DTT (41 e 44) e SKY (626 e...

Prospettive internazionali per il broadcaster indipendente italiano SWITCHOVER MEDIA che con K2 e FRISBEE – i canali in chiaro rivolti ai bambini e alle famiglie distribuiti su DTT (41 e 44) e SKY (626 e 627) a oltre 20 milioni di famiglie (85% della popolazione) – è il secondo editore televisivo per bambini in Italia.

La società annuncia oggi a Cannes, dove si sta svolgendo il MIP TV, l’accordo chiuso con Lagardère Active per la costituzione di una piattaforma distributiva su scala europea mirata all’acquisizione di contenuti televisivi rivolti ai ragazzi. Lagardère Active è l’editore televisivo #1 del mercato kids francese. Con Canal J, lanciato 26 anni fa, è stato il primo editore a sviluppare un canale interamente rivolto ai bambini. Con l’aggiunta di Gulli e TiJi (visibili anche in Russia), Lagardère Active offre oggi in Francia la più vasta selezione di programmi televisivi per bambini e famiglie.

La partnership tra due editori primari come Switchover Media e Lagardère Active che nei due paesi raggiungono oltre 40 milioni di famiglie, inaugura un polo d’eccellenza a livello europeo che mira all’accesso esclusivo a diritti televisivi (pay e free), homevideo e licensing delle property più interessanti dai maggiori produttori e distributori internazionali, aperto ad altri broadcaster europei, leader nei rispettivi mercati e con target affini ai canali coinvolti nell’accordo.

Francesco Nespega, Managing Partner di Switchover Media, ha dichiarato: “In un mercato televisivo in rapida evoluzione grazie al digitale terrestre, l’alleanza con Lagardère rappresenta un passo strategico verso la costituzione di un network europeo di editori televisivi in grado di competere ad armi pari sul fronte delle acquisizioni e delle coproduzioni, garantendo ai contenuti acquisiti la massima visibilità”. Antoine Villeneuve, CEO TV Channels di Lagardère