DTM 2018 Misano: orari diretta tv e streaming

Il DTM (Deutsche Tourenwagen Masters), il popolare campionato turismo che, uscito dai confini delle Germania, arriva a Misano Adriatico sabato 25 e domenica 26 agosto, con due gare per la prima volta in notturna, in diretta esclusiva su Sky Sport Arena (ch....

Il DTM (Deutsche Tourenwagen Masters), il popolare campionato turismo che, uscito dai confini delle Germania, arriva a Misano Adriatico sabato 25 e domenica 26 agosto, con due gare per la prima volta in notturna, in diretta esclusiva su Sky Sport Arena (ch. 204) alle 22.30. Protagonista anche Alex Zanardi, wild card con la BMW M4 DTM.

L’appuntamento di Misano con il DTM completa il ricchissimo weekend di motori su Sky: scendono in pista, infatti, ancheFormula 1F2GP3 e Porsche Supercup, e il Motomondiale con MotoGPMoto2 eMoto3. Una programmazione all’insegna del motorsport di altissimo livello, tutta in esclusiva live su Sky Sport.

Le vetture del DTM, dal 1984 uno dei campionati più interessanti a livello internazionale, montano motori V8 a 90°con una cilindrata di 4000 cm³ e una potenza di oltre 500cv. La competizione, costituita da 10 appuntamenti di cui ben 5 fuori dai confini tedeschi, quest’anno fa tappa in Italia con la novità delle gare in notturna sul circuito Marco Simoncelli di Misano, 8 anni dopo l’appuntamento di Adria (2010).

Nella line-up del DTM attuale, tanti volti noti del motorsport: dagli ex-F1 Pascal Wehrlein, Paul di Resta e Timo Glock, passando per Renè Rast (campione in carica di questa competizione) e l’italiano Edoardo Mortara, impegnato con la Venturi Grand Prix in Formula E. Sicuro protagonista del weekend di Misano, saràAlex Zanardi: il 51enne di Bologna, pilota Formula 1, vincitore di due titoli Indy Car e di quattro medaglie d’oro nel ciclismo paraolimpico, sarà al debutto nel  DTM come wild card con la BMW M4 appositamente preparata per le sue esigenze fisiche.

Nell’intervista con Lia Capizzi, per Sky Sport 24, il pilota ha presentato la tappa di Misano e descritto le sue sensazioni.

Di seguito, alcune delle dichiarazioni rilasciate in esclusiva a Sky da Alex Zanardi.

Sul DTM:

“Il DTM è una categoria bellissima, che io ho sempre sognato, nonostante abbia guidato delle vetture incredibili nella mia carriera. Su di me, il DTM ha sempre avuto un certo appeal, si tratta di auto da corsa, a cui viene data una veste che ricorda l’auto di serie. In verità, sotto il vestito c’è un vero bolide […] È un’auto molto fisica, impegnativa”

La prima volta senza protesi:

Senza protesi, in questa piccola rivoluzione tecnica che abbiamo fatto, non è che sono più veloce però aumenta la mia resistenza: la prima volta che ho provato questi nuovi dispositivi, nei test per preparare il DTM, ho fatto 700 chilometri in pista. Inoltre si accoppiano benissimo con la BMW M4 DTM che userò in pista.

Le protesi sono più uno svantaggio che un vantaggio in questo nel caso di incidenti. Senza protesi addosso, io sono un gatto, sono più agile, riesco a uscire dall’abitacolo ancora più velocemente.

Sulle difficoltà che incontrerà in gara:

Prometto di stare davanti alla safety car[ride, ndr]. In DTM, nonostante la sfida tecnologica tra Audi, BMW e Mercedes, i piloti che competono sono sempre divisi da pochi decimi di secondo. Il pronostico è contro di me, non ci sono “vecchie glorie” da mettere dietro. Però, perché non sognare?

 

LA PROGRAMMAZIONE DEL DTM DI