Rete Capri va all’assalto… e Varese perde la Svizzera

ReteCapri: attivati Capri Gourmet e Capri Casinò | Digitale terrestre: Dtti.it
Rete Capri

«Varesini, non vedo più la Svizzera, anche voi? (intendo come tivù)»: l’allarme parte dal gruppo Facebook “Divano e Tv”, e porta nei social network un piccolo terremoto per lo svago dei varesini: una tv napoletana ha iniziato a trasmettere dal ripetitore di Campo dei Fiori, facendo sparire i canali dell’amata Rsi, l’emittente del Canton Ticino.

Le chiamate agli antennisti iniziano ad arrivare già da giovedì sera, perché la televisione svizzera è molto apprezzata da chi abita sul confine. Tanto per iniziare, sono gli anziani ad apprezzarla, perché spesso trasmette spettacoli in un dialetto molto simile a quello varesino. Piace anche la qualità dei telegiornali e degli approfondimenti giornalistici. Ma da giovedì sera, al posto delle commedie di Yor Milano o del meteo, trovano le trasmissioni napoletane di ReteCapri. Una vera beffa. Cercare nella lista dei canali è inutile: si trova di tutto, da Padre Pio Tv a Rai Hd, da TeleCampione a la7D, ma gli amati canali svizzeri non ci sono più.

I motivi li spiega Alberto Ciotti, uno degli antennisti più richiesti in città: «Tutta colpa del balletto dei canali. ReteCapri si è presa il 57, uno dei due su cui si innestavano le frequenze della Rsi. L’altro è il 39: per riceverlo, però, è necessario l’intervento di un antennista, che orienti l’antenna e applichi i filtri necessari». Insomma: anche se molto seguita a Varese, la Rsi resta la rete di un paese estero, e le sue frequenze sono state prese da una tv italiana. Un piccolo dramma che potrebbe risolversi in pochi giorni, mentre la situazione generale si stabilizzerà in un paio di mesi, come spiega di nuovo Ciotti.

«Basteranno pochi giorni, e il segnale della Svizzera e di ReteCapri troveranno un proprio equilibrio. In alcune zone potrà addirittura tornare spontaneamente la Rsi, ma è presto per dire dove. C’è di buono che, da gennaio, per legge le emittenti non potranno più cambiare frequenza». Tutto si fisserà, quindi, e non ci saranno più sorprese. «Anche se siamo in Italia – nota Ciotti – dove niente è per sempre, soprattutto le regole».

Da giovedì, comunque, i telefoni di Ciotti e dei suoi colleghi sono bollenti. Le chiamate arrivano soprattutto dalla zona dove è più forte il segnale del ripetitore del Campo dei Fiori: Varese città, Daverio, Mornago. «Consiglio di aspettare qualche giorno, che il segnale si stabilizzi» dice. E nel frattempo? Come fare a sopravvivere senza la Radiotelevisione Svizzera e il suo meteo? Una soluzione c’è, più facile del previsto: «C’è un’emittente di Verbania, la Vco Azzurra Tv, che tutte le sere trasmette il Tg e il meteo della Rsi – rivela Ciotti – il canale è il 38. E trasmette da Campo dei Fiori».

In attesa del 2013, quando finirà il ballo delle frequenze e tutto sarà più facile. Anche vedere la televisione di Lugano.



Fonte : La Provincia di Varese

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *